Via i gazebo, il restyling del Corso entra nel vivo: più aiuole e verde

Via i gazebo, il restyling del Corso entra nel vivo: più aiuole e verde

21 febbraio 2018

Marco Imbimbo – La prima parte è stata completata. I gazebo sono stati rimossi, ora il restyling del Corso può entrare nel vivo. «Lunedì cominciamo i lavori della fase due», annuncia l’assessore all’Urbanistica, Ugo Tomasone, al termine di un incontro tecnico a Palazzo di Città alla presenza dei responsabili della ditta “Giotto”, affidataria del cantiere, i tecnici comunali di riferimento e il consulente agronomo dell’ente di Piazza del Popolo, professor Borriello.

«Inizieremo a realizzare gli spazi verdi con le relative aiuole», prosegue Tomasone. Saranno dodici in totale, quelle che verranno installate lungo il Corso. «In contemporanea – spiega l’assessore – andremo anche a rimuovere il basolato e ripristinarlo dove attualmente ci sono i pezzi di cemento». I pezzi di pavimentazione che verranno rimossi, infatti, serviranno a riempire i buchi presenti laddove c’erano una volta i gazebo.

La prima aiuola verrà realizzata a centro Corso, di fronte all’ex bar Fraps. «Ci siamo dati un limite massimo di 10 giorni per completarla, ma giusto perché si tratta di un cantiere pilota. Per le altre impiegheremo meno tempo», precisa Tomasone prima di aggiungere: «Completate le aiuole, si passerà alla fase tre, ovvero il posizionamento delle panchine».

Il tutto sta seguendo il cronoprogramma stilato che vedeva, innanzitutto la rimozione dei gazebo entro la metà di febbraio. «La scadenza prevista per il completamento dei lavori resta fissata per la primavera – sottolinea l’assessore – nel periodo di Pasqua o poco dopo»  All’incontro tecnico in Comune era presente anche l’agronomo Borriello «con il quale ci siamo raccordati per la scelta delle piante – spiega Tomasone. Sarà lui a sovrintendere sia per la selezione che per il posizionamento».