Vertenza Novolegno, D’Amelio: “Chiederemo un tavolo presso il Mise”

Vertenza Novolegno, D’Amelio: “Chiederemo un tavolo presso il Mise”

by 21 dicembre 2016

Si è tenuto presso la sede del Consiglio regionale della Campania un incontro sulla vertenza della Novolegno, stabilimento dell’area industriale di Pianodardine in provincia di Avellino.

All’incontro, convocato dalla presidente del Consiglio regionale Rosetta D’Amelio, hanno preso parte l’assessore alle Attività Produttive della Regione Campania Amedeo Lepore, il consigliere regionale Carlo Iannace, il sindaco di Montefredane Valentino Tropeano, i sindacati e le Rsu aziendali, Confindustria Avellino e una delegazione del gruppo Fantoni, proprietario dell’opificio.

Presente inoltre, in rappresentanza dell’assessore al Lavoro Sonia Palmeri impegnata a Roma nella risoluzione della vertenza Almaviva, il direttore generale Servizi per il Lavoro Maria Antonietta D’Urso e il caposegreteria Roberto De Rosa.

“Era un incontro doveroso per scongiurare la messa in mobilità di 55 lavoratori – dichiara la presidente D’Amelio. – In accordo con le istanze emerse dal confronto invieremo la richiesta di apertura di un tavolo nazionale di approfondimento della vertenza presso il ministero dello Sviluppo Economico per definire un possibile percorso di rilancio dell’azienda”.

“Sono soddisfatto dell’iniziativa promossa dalla presidente D’Amelio e dall’attenzione mostrata ancora una volta dall’assessore Lepore e dall’assessorato al Lavoro per una vertenza occupazionale della provincia di Avellino”, afferma il consigliere Iannace.

L’assessore Lepore, dopo aver illustrato gli ampi investimenti di politica industriale già disponibili a livello nazionale e regionale, ha sollecitato un’ulteriore riflessione sulla strategia aziendale, onde evitare un ridimensionamento produttivo e occupazionale e rilanciare questa come altre attività economiche in difficoltà. “L’area di Pianodardine è stata inserita, come tutto il Sistema locale di lavoro di Avellino, nelle aree industriali di crisi non complessa, accolte proprio in questi giorni nel decreto del ministero dello Sviluppo, allo scopo di trasformare le crisi in opportunità di reindustrializzazione e di ripresa economica – sottolinea l’assessore -. Per questo continueremo a esercitare tutta la nostra iniziativa volta a favorire lo sviluppo e l’occupazione”.

Inoltre, nei prossimi giorni la discussione continuerà presso l’assessorato regionale al Lavoro per valutare soluzioni utili sul piano degli ammortizzatori sociali.