Vertenza El.Ital, lavoratori e sindacati pronti al presidio in fabbrica

Vertenza El.Ital, lavoratori e sindacati pronti al presidio in fabbrica

12 ottobre 2015

Gli operai dell’El.Ital di Pianodardine ad Avellino si preparano allo sciopero.

La Rsu aziendale e i sindacati hanno indetto per martedì 13 ottobre alle ore 9,30 un incontro con presidio davanti i cancelli dell’azienda.

“E’ indispensabile e necessaria – scrivono – una partecipazione massiva di tutti i dipendenti e degli esodati per organizzare ulteriori iniziative”.

Ancora: “Avevamo bisogno di un segnale immediato e concreto, ma purtroppo allo stato attuale ci troviamo di fronte ad un imprenditore inconcludente oltre che inaffidabile. I vari incontri avuti anche ai tavoli istituzionali, con impegni e promesse ( della D.A. ) mai mantenute, non hanno portato nessun risultato accettabile nonostante il continuo ritardo nelle emissioni degli stipendi dei lavoratori. Ci troviamo in un momento cruciale che impatta non solo sul nostro tessuto produttivo, ma, anche, direttamente sulle famiglie dei lavoratori El.Ital.

Probabilmente qualcuno spera in una deriva violenta per far ricadere colpe proprie su altri. Sappia costui che la R.S.U. e i lavoratori tutti non cadranno nella trappola. Guai però a pensare ad una rassegnazione, poiché anche se sfiancati nello spirito non cederemo alla difesa dei nostri diritti. Mentre Pugliese continua a raccontare le sue solite “fanta-storie”, si è fatta viva Equitalia, la quale avrebbe presentato all’imprenditore una cartella esattoriale di 36 milioni di euro, come riportato dai quotidiani dell’Alto Adige”.

Infine, si legge nella nota: “Siamo arrivati al cosiddetto punto di non ritorno? Ovviamente il Dott. Pugliese è il maggior responsabile di questa drammatica situazione. A niente sono serviti gli ulteriori sacrifici che tutti i lavoratori hanno dovuto sostenere per il ridimensionamento degli stipendi”.