Verso le Regionali: il Governatore De Luca incassa il sostegno del Partito Democratico

Verso le Regionali: il Governatore De Luca incassa il sostegno del Partito Democratico

14 gennaio 2020

Michele De Leo – Manca ancora l’investitura ufficiale ma, ormai, restano pochi dubbi: Vincenzo De Luca è il candidato alla carica di Governatore della Campania per il Partito Democratico e le altre forze di centrosinistra. Se è ormai impossibile immaginare di incassare il sostegno del Movimento Cinque Stelle – l’ex sindaco di Salerno potrebbe, però, avere dalla sua alcuni esponenti dell’area che fa capo al presidente della Camera Roberto Fico – appare plausibile la presenza nella coalizione di Italia Viva di Matteo Renzi, Azione di Carlo Calenda e Europa Più di Emma Bonino. I presupposti per mantenere unita la coalizione intorno al nome del Governatore uscente ci sarebbero tutti, nonostante la spaccatura registrata in Puglia dove il Partito Democratico ripresenta l’uscente Michele Emiliano mentre Italia Viva, Azione e Più Europa sono pronti a convergere su un percorso alternativo. De Luca ha praticamente ufficializzato il sostegno del Partito democratico – partito al quale appartiene nonostante contrasti e polemiche sempre all’ordine del giorno – attraverso la sua pagina Facebook. “Al seminario Dem di Contigliano – scrive il presidente della Regione Campania – ho incontrato il segretario Nicola Zingaretti. Con lui un colloquio cordiale (al quale, come si vede nella foto, ha partecipato pure il figlio del Governatore Piero, eletto alla Camera dei Deputati proprio nelle fila del Partito democratico, ndr), nel quale ho illustrato rapidamente il nostro Piano per il Lavoro, le iniziative preparatorie per le elezioni regionali e per la definizione delle liste”. Parole che fanno intendere la volontà di proseguire il percorso comune avviato con la sconfitta del 2010 e la successiva vittoria del 2015, che portò l’ex sindaco di Salerno sul massimo scranno di palazzo Santa Lucia. Nel corso dell’appuntamento di Contigliano “Oggi per un domani” – Parlamentari, Ministri e amministratori locali del partito si sono riuniti presso l’Abbazia di San Pastore per discutere dell’agenda di governo per il 2020 da proporre al Movimento 5 Stelle e del futuro del partito – il Governatore della Campania ha sottolineato la necessità di differenziarsi dagli alleati di Governo. “Facciamo attenzione – ha spiegato – a non determinare una omologazione tra il rinnovamento del partito e il processo che investirà i Cinque Stelle nei prossimi mesi: noi siamo un partito che si apre a volti nuovi per affrontare sfide innovative, altri hanno bisogno di rivedere la propria struttura concettuale”.