Verso Avellino-Cavese: Charpentier, maneggiare con cura

Verso Avellino-Cavese: Charpentier, maneggiare con cura

4 novembre 2019

di Claudio De Vito. L’Avellino ha ripreso la preparazione nel pomeriggio mettendosi alle spalle il k.o. di Catanzaro e proiettandosi ai sedicesimi di coppa. Al Partenio-Lombardi arriverà la Cavese ad un mese di distanza dal 2-0 metelliano in campionato. Per i lupi dunque l’occasione per la vendetta sportiva, ma soprattutto per avanzare in una competizione che Ezio Capuano non ha affatto intenzione di snobbare.

La Coppa Italia di Serie C infatti regala l’accesso alla fase nazionale dei playoff. Al di là di ciò, il tecnico biancoverde non ammette cali di tensione a prescindere. E tra l’altro l’Avellino non se li può permettere dopo due sconfitte consecutive in campionato. Ecco perché Capuano ha in mente un turnover ragionato finalizzato a preservare la condizione fisica di quegli elementi a rischio o comunque più preziosi per il prosieguo del cammino.

E’ soprattutto il caso di Gabriel Charpentier che, in qualità di unico attaccante in rosa a vedere la porta, dovrebbe essere risparmiato almeno dal primo minuto. Senza il francese, il trainer di Pescopagano potrebbe lanciare dall’inizio Luis Maria Alfageme oppure sperimentare Nermin Karic a ridosso dell’unica punta Diego Albadoro. Diverse le opzioni a disposizione dell’allenatore biancoverde che potrebbe addirittura premiare il baby Antonio Pizzella tra i pali. Sicuro assente Santiago Morero, che potrebbe rimanere fuori anche per il Monday Night con il Potenza. Stanno bene invece Julian Illanes e Tommaso Carbonelli.

Sul fronte societario intanto la cordata romana del costruttore Andrea Fabrizi ha fatto sapere – per il tramite del consulente Bruno Iovino – di essersi ritirata dal tavolo delle trattative. Alla base della decisione ci sarebbe stato il venir meno di uno dei tre soggetti che si erano interessati all’acquisizione dell’Unione Sportiva Avellino.