Venezia fa valere il fattore campo: Sidigas sconfitta in Laguna

Venezia fa valere il fattore campo: Sidigas sconfitta in Laguna

24 marzo 2019

La Sidigas Avellino esce sconfitta dal PalaTaliercio: i biancoverdi cedono a Venezia per 76-65. La squadra di coach Vucinic, oltre a Filloy e Nichols (a referto per onor di firma), ha dovuto fare a meno anche di N’Diaye per problemi alla schiena. Nonostante le defezioni e le buone prove di Campogrande, Harper e Udanoh (tutti in doppia cifra), la Scandone ci prova e rimane in partita fino a inizio ultimo quarto.

Primo quarto 22-17 Vucinic schiera con Harper, Sykes, Sabatino, Green e Udanoh; De Raffaele risponde con Haynes, Tonut, Bramos, Watt e Biligha. Le due squadre si affrontano a viso aperto: apre Watt, che segna due volte, risponde prontamente Sykes. Harper realizza la tripla del vantaggio ma è ancora Watt coadiuvato da Biligha a dare il +4 a Venezia (11-7). Gli irpini iniziano a difendere e in attacco trovano due conclusioni dalla lunga distanza con Campogrande e Sykes. I padroni di casa non stanno a guardare e rispondono con Daye. Udanoh va a schiacciare e lascia il posto a Campani ma un contropiede di Tonut costringe Vucinic al timeout (18-15). I biancoverdi si piazzano a zona ma Daye ne segna due facili, mentre Campani accorcia da sotto. La Sidigas ha l’ultimo tiro ma sbaglia e Tonut realizza sulla sirena (22-17).

Secondo quarto 19-15 De Nicolao segna subito da dentro l’area e la Reyer scappa sul +7. Ritorna Udanoh e subito ne mette due appoggiando al vetro, con De Raffaele che chiama sospensione (24-19). Parziale di Venezia: Udanoh commette fallo su Watt, che realizza entrambi i liberi. La Scandone non segna e Watt e Daye da dentro l’area piazzano il break con Vucinic che blocca la gara (30-19). Torna sul parquet Harper, che concretizza un gioco da 4 punti. L’Umana si affida a Watt che non sbaglia, si sblocca D’Ercole ma è ancora Watt a tenere a distanza i biancoverdi (36-25). I lagunari bloccano l’attacco e la coppia Campogrande-Spizzichini ne approfitta riportando a -7 la Sidigas, con De Raffele a chiamare timeout. Nell’ultima azione i locali danno la palla a Watt che non sbaglia (41-32).

Terzo quarto 21-18 Segna subito Udanoh, ma Biligha risponde prontamente. Le due squadre bloccano l’attacco ma è ancora Watt a realizza 5 punti consecutivi che provano a far scappare la Reyer. Cale Green s’iscrive a referto con un 2+1 e Avellino è ancora lì (48-37). Dopo la tripla di Haynes, gli ospiti costruiscono in contropiede un mini-parziale frutto dei canestri di Udanoh e Campogrande e De Raffele chiama timeout (51-41). I lupi ritornano a -8 con la penetrazione di Harper ma Venezia costruisce un parziale di 5-0 grazie alla tripla di Tonut e all’appoggio di Widmar. Green fa 2/2, mentre Harper piazza la tripla del -9 (57-48). De Nicolao realizza da tre punti, Green dalla lunetta non sbaglia ma il terzo quarto si chiude con il 2/2 di De Nicolao (62-50).

Ultimo quarto 14-15 Nei primi due minuti dell’ultimo quarto segna solo Tonut. Avellino non vede il canestro e in contropiede Cerella mette due punti che costringono Vucinic allo sospensione (66-50). Udanoh ritorna in campo e segna subito. Watt invece non sbaglia mai mentre Green fa 2/2 dalla lunetta (68-54). I biancoverdi provano a rientrare con Sykes ma Venezia si affida a Watt che tiene a distanza la Scandone (72-58). Green segna la tripla e subito dopo due liberi. Haynes fa 1/2 e Udanoh piazza la schiacciata strappando applausi, Venezia batte Avellino 76-65.