VD/Malzoni: indaga Procura. Cortese: “Foti e l’arte della politica”

6 giugno 2014

L’acredine tra i dirigenti di Palazzo di Città e il sindaco Paolo Foti è sempre più palese.
Ad aumentare la tensione che da tempo si respira tra i corridoio del Municipio, la determina firmata dalla dirigente del Settore Servizi Pubblici, Carmela Cortese che ha di fatto sospeso le attività sanitarie presso la Clinica Malzoni di Viale Italia. Un provvedimento del quale il primo cittadino si è detto ignaro nonostante la Cortese abbia dichiarato da più parti che lei ha semplicemente applicato la legge e che Foti conosceva bene la questione, anche se non l’ha mai ricevuta personalmente per discuterne.
“Del sindaco – dice la dirigente – apprezzo la sua dirittura morale, ma devo constatare che ultimamente ha maturato l’arte della politica i cui intrighi sono ben difficili”.
L’udienza mancata ha causato un vero e proprio incidente diplomatico, anche perché il sindaco in materia sanitaria, ha una carica istituzionale che lo pone al di sopra dell’Asl, dunque avrebbe potuto respingere il provvedimento sottoscritto dalla dott.ssa Cortese: “Purtroppo Foti è quotidianamente impegnato in una mole di problematiche – aggiunge ironica – forse si è trovato all’interno di quella che cinematograficamente può chiamarsi la ‘tempesta perfetta’?”.
Se il sindaco avesse letto o meno la relazione della dirigente non è dato sapere, però pare che sul caso ci siano delle indagini in corso. “La vicenda è all’attenzione della Procura della Repubblica – conclude – La Malzoni è una di quelle questioni che il Prefetto Guercio definì incancrenite. Noi cercheremo di gestire la situazione al meglio, nell’interesse della città, del sindaco e dell’amministrazione”. (di Rosa Iandiorio)

(di seguito la video intervista a Carmela Cortese)