VD/Gal irpini, francesi e romeni per il rilancio dei nostri borghi

11 dicembre 2013

Italia, Francia e Romania insieme per la costruzione di una rete internazionale per il rilancio del turismo rurale. Si tratta di un progetto di cooperazione internazionale che coinvolge i Gal irpini, campani, francesi e romeni e che vede il Gal Partenio quale soggetto capofila. “L’obiettivo è valorizzare i villaggi del territorio con caratteristiche comuni ai villaggi della Francia e della Romania – spiega Luca Beatrice, presidente del Gal Partenio – e aprire un confronto tra le varie esperienze per attrarre turismo”.
A tal fine, i soggetti promotori si sono incontrati presso il circolo della stampa per illustrare i principi guida di un’intensa attività di animazione e di comunicazione chiamata Villages of Tradition, in cui Gal Partenio, Cilsi, Irpinia, Serinese Solofrana, Taburno, Colline Salernitane, Casacastra, Other Armance (Francia) e Timis Torontal Barzava (Romania) hanno dato vita ad una rete europea, ovvero un network internazionale per il rilancio del turismo rurale.
All’incontro ha partecipato anche la responsabile del consiglio regionale di Champagne–Ardenne, Adeline Henry, assente invece qualsiasi rappresentante della Regione Campania. “Purtroppo in Italia – aggiunge Luca Beatrice – e soprattutto in Campania, la Regione non dialoga con i Gal e non capisce le esigenze dei territori. Si preferisce far prevalere una logica burocratica rispetto a delle scelte che hanno quale obiettivo la valorizzazione delle potenzialità dei nostri borghi”.
L’incontro tra i vari partner è continuato a Montefusco e a Bisaccia, due dei villaggi che fanno parte della rete internazionale.

Guarda l’intervista a Luca Beatrice, presidente Gal Partenio