VD/Ato, Colucci: “Libertà non ha prezzo. No alle larghe intese”

22 luglio 2014

La bufera che si è scatenata ieri per lo slittamento della costituzione dell’Ato Rifiuti delinea a chiare lettere le varie posizioni in merito alla vicenda. Se infatti da un lato c’è chi gioca a favore della logica delle larghe intese, dall’altro c’è chi rivendica il ruolo dei comuni nelle decisioni degli enti sovracomunali.
Tra questi, il sindaco di Sirignano Raffaele Colucci che ha ufficialmente annunciato battaglia alla gestione di potere esercitata dai segretari di partito. “Il gruppo di sindaci stanchi di questa logica di potere si sta via via infoltendo – spiega – noi non possiamo più sottostare a decisioni prese ad un tavolo da tre segretari di partito, di cui uno non si sa nemmeno se svolge ancora quel ruolo. Questo non vuol dire che sono contro il sindaco Foti, anzi stimo le persone indicate per la gestione dell’Ato, ma la libertà non ha prezzo”.
Il dissenso di Colucci risiede anche nella poca chiarezza che intercorre nel rapporto con Irpiniambiente: “Ho sempre messo in discussione i salassi che pesano sui cittadini a causa della gestione rifiuti fatta da Irpiniambiente e per questo il mio comune non ha accettato di aderirvi con la raccolta rifiuti. In questo modo siamo riusciti a mantenere dei prezzi contenuti. Sicuramente non mi è chiara questa gestione che andrebbe a penalizzare i cittadini”. (di R.Iandiorio)