VD/ Avellino Calcio – Gestione stadio, Taccone benedice accordo: “Avanti su strada condivisa”

9 giugno 2015

Il presidente del club biancoverde ha manifestato tutta la sua soddisfazione per la fine del contenzioso e l’accordo sui lavori di restyling dello stadio.

Avellino – E’ il giorno della svolta tra A.S. Avellino e Comune sulla questione “Partenio-Lombardi”. Il vertice di questa mattina in Piazza del Popolo, tenutosi presso il Settore Lavori Pubblici dell’ente comunale, ha sancito il patto tra le parti in causa: da un lato il patron dei biancoverdi Walter Taccone accompagnato dagli architetti Vincenzo Maria Genovese e Marco Speranza, dall’altro il sindaco Paolo Foti, l’assessore ai Lavori Pubblici Costantino Preziosi e il dirigente di settore Luigi Cicalese.

Sul tavolo della summit l’accordo ragionato e condiviso nei giorni precedenti sulla risoluzione della controversia relativa crediti vantati reciprocamente sulla gestione, e tutta la serie di lavori di restyling dell’impianto di contrada Zoccolari. L’anello di congiunzione è illustrato proprio da Taccone: “L’impegno economico per i lavori è a carico dell’Avellino – ha precisato – la una nuova convenzione che stipuleremo però non prevederà il pagamento di alcun canone da parte nostra per un certo numero di anni”.

“Abbiamo trovato una soluzione comune – ha illustrato raggiante patron Taccone al termine dell’incontro durato oltre un’ora a partire dalle 10:30 – Come società ci rimettiamo un po’ in termini economici, ma poco importa. D’ora in poi né noi né il Comune saremo debitori l’uno verso l’altro. Tutto ciò è stato reso possibile grazie al certosino contributo di assessori e dirigenti”.

I lavori da porre in essere durante l’estate riguarderanno la carbonatazione, processo chimico che ha causato l’usura del calcestruzzo dell’intera struttura; la messa a norma della Curva Nord; la sistemazione del Partenio B ed altre opere accessorie in Tribuna Montevergine la cui realizzazione dipenderà dal rispetto dei tempi per l’omologazione, prevista per metà luglio. 

“La Commissione di Vigilanza sui Locali di Pubblico Spettacolo – ha rivelato Taccone – ha messo l’accento sul fenomeno della carbonatazione, pertanto dovremo iniziare subito da qui per far capire alla Prefettura che intendiamo effettuare i lavori nei tempi giusti. Le delibere saranno ultimate entro sabato, o al massimo lunedì. Successivamente saranno al vaglio della Commissione e cercheremo di iniziare quanto prima i lavori stabiliti. La nostra volontà  di riaprire la Curva Nord per l’inizio del campionato. Il settore almeno inizialmente però non sarà incluso nella campagna per la sottoscrizione degli abbonamenti”.

Il nuovo stadio resta un sogno nel cassetto che avrà bisogno di tempo per essere realizzato, ma l’accordo odierno raggiunto a Palazzo di Città funge da presupposto per un dialogo costruttivo incanalato verso una direzione univoca. “Il progetto coinvolge milioni di euro e una vasta area da riqualificare – ha sottolineato il patron biancoverde. Bisognerà pertanto rispettare i tempi tecnici necessari agli uffici comunali. Far slittare il tutto di qualche mese non è problema. Adesso però l’attenzione è rivolta verso l’ampliamento della capienza che ci consentirà di ospitare tornei importanti e anche la Nazionale”.

(A breve la videointervista)