VD/ Ariano, Gambacorta sindaco: “Un successo che dedico alla città”

9 giugno 2014

Guarda le foto

Domenico Gambacorta ritorna a indossare la fascia tricolore della sua città. Ariano ha scelto senza tentennamenti chi per i prossimi cinque anni dovrà guidarlo. Mimmo Gambacorta con il 54,3% ha la meglio su Michele Caso, che al secondo turno aveva anche stretto l’accordo con Pd e Psi per tentare di mettere il bastone tra le ruota. Ma il progetto Gambacorta ha convinto ben 6726 elettori rispetto ai 5657 raccolti da Caso.All’inizio dello spoglio la tensione si tagliava a fette. I dati erano incerti. Dalle contrada Orneta e San Liberatore Caso faceva bottino pieno, discorso diverso per le altre località arianesi che sovvertivano il risultato e spianavano la strada al neo sindaco. Nonostante l’incertezza iniziale Gambacorta era presente ai seggi di Calvario e seguiva lo spoglio in diretta. Poi la scelta di andare al comitato elettorale che con il trascorrere dei minuti iniziava a riempirsi di sostenitori. Più aumentava il distacco più gente si avvicinava. Quando ormai il risultato era acquisito, gli organizzatori più incalliti preparavano la festa. Bandiere di Forza Italia, del Nuovo Psi, della lista del sindaco e una piazza Plebiscito che si riempiva a dismisura. Tra un saluto e l’altro arrivava anche la telefonata del senatore Cosimo Sibilia. Tutto ciò sotto gli occhi degli sconfitti che si posizionavano a difesa della loro sede elettorale e con amarezza e qualche lacrima assistevano impietriti alla disfatta. Il fair play anche in questa occasione non è mancata. Alle ore 0.30 sotto i taccuini dei giornalisti il candidato sindaco sconfitto Caso ha inviato un messaggio di congratulazioni a Gambacorta. Lo stesso lo ha letto qualche ora dopo, poichè preso dai festeggiamenti e dalle interviste. “Un successo che dedico alla città, mi ha voluto rinnovare di nuovo la fiducia a distanza di tanto tempo. La gente ha capito il mio programma che si poggia su basi solide e sarà portato avanti con determinazione e da gente per bene. I cittadini non devono lasciarci soli, la città è un bene comune e bisogna tutti rendersi protagonisti. Da domani ci metteremo subito a lavoro. C’è tanto da fare e non bisogna perdere tempo prezioso. Ariano deve ritornare di nuovo protagonista. Ritorna ad essere il riferimento della provincia. Ci sono tutti mezzi per riuscirci”. La sfida di Gambacorta è solo all’inizio. Prima di lasciare la piazza riesce anche ad abbracciare la moglie che per tutta la campagna elettorale è stata sempre vicina, così come la figlia. In consiglio comunale Michele Caso farà la sua opposizione e nella sede elettorale analizza “Bisogna prendere atto della volontà dei cittadini. -dice- Nessun rammarico, una bella campagna elettorale, l’astensionismo ha giocato di tatica e sponda e hanno perso la sfida del cambiamento. Da Gambacorta mi aspetto che farà quello che ha detto, Ariano ha bisogno di governabilità, noi all’opposizione saremo rigidi”.

(di seguito l’intervista al neo eletto sindaco Gambacorta)

(di seguito l’intervista a Michele Caso)