Vaticano, si è dimesso monsignor Viganò

Vaticano, si è dimesso monsignor Viganò

21 marzo 2018

Si è dimesso dall’incarico di prefetto della Segreteria per la Comunicazione monsignor Dario Edoardo Viganò. A seguito della pubblicazione parziale di una lettera – si legge su La Repubblica – con cui Benedetto XVI sosteneva la continuità del suo pontificato con quello di Francesco, ma insieme criticava pesantemente la collana ‘La teologia di Papa Francesco’, edita dalla Libreria Editrice Vaticana, decide di farsi da parte colui che di fatto ha tenuto in mano le redini della comunicazione vaticana in questo anni di governo di Francesco.

Fino alla nomina del nuovo prefetto, il dicastero sarà guidato dal segretario monsignor Lucio Adrian Ruiz.

“In questi ultimi giorni – questi alcuni passaggi della lettera firmata da Viganò ed indirizzata al Papa – si sono sollevate molte polemiche circa il mio operato che, al di là delle intenzioni, destabilizza il complesso grande lavoro di riforma che Lei mi ha affidato nel giugno del 2015 e che vede ora, grazie al contributo di moltissime persone a partire dal personale, compiere il tratto finale”.

“La ringrazio – scrive ancora – per l’accompagnamento paterno e saldo che mi ha offerto con generosità in questo tempo e per la rinnovata stima che ha voluto manifestarmi anche nel nostro ultimo incontro. Nel rispetto delle persone, però, che con me hanno lavorato in questi anni e per evitare che la mia persona possa in qualche modo ritardare, danneggiare o addirittura bloccare quanto già stabilito del Motu Proprio ‘L’attuale contesto comunicativo’ del 27 giugno 2015, e soprattutto, per l’amore alla Chiesa e a Lei Santo Padre, Le chiedo di accogliere il mio desiderio di farmi in disparte rendendomi, se Lei lo desidera, disponibile a collaborare in altre modalità”.