Utilizzo Partenio-Lombardi: Taccone apre a De Cesare

Utilizzo Partenio-Lombardi: Taccone apre a De Cesare

10 agosto 2018

Nessun atteggiamento di chiusura da parte di Walter Taccone nei confronti del nuovo Avellino. E’ quanto emerge da una nota diramata dall’Unione Sportiva precipitata nel baratro dopo la sconfitta davanti al Tar Lazio. Il Calcio Avellino SSD targato Sidigas ha dovuto indicare il “Fina” di Montemiletto come impianto nella documentazione per l’iscrizione effettuata entro le 12 di questa mattina, ma un accordo con per l’utilizzo del Partenio-Lombardi è possibile.

“Il presidente Walter Taccone – si legge – non è mai stato contattato dalla proprietà della società Calcio Avellino SSD, pronta a ripartire dalla serie D, e nei confronti della quale c’è totale e piena apertura. E’ tuttavia auspicabile un incontro tra le parti al fine di individuare le soluzioni per consentire al neonato club di poter disputare il prossimo campionato nel’’impianto sportivo della città”.

Ecco allora che, come già ipotizzato, Montemiletto si configura come quartier generale provvisorio del neonato club a meno che non si giunga ad un’intesa immediata che consenta di allenarsi in contrada Zoccolari già dal primo giorno. Le insegne del Calcio Avellino SSD di De Cesare e quelle sbiadite dell’Unione Sportiva 1912 di Taccone sono dunque destinate ad incrociarsi al Partenio-Lombardi.