Urne aperte in Irpinia, si vota per il sindaco a Montoro e Ariano

8 giugno 2014

Seggi aperti ad Ariano Irpino e Montoro, Comuni irpini chiamati alle urne per il turno di ballottaggio dal momento che nessun candidato a sindaco, il 25 maggio scorso, ha raggiunto il 50% delle preferenze. I seggi saranno aperti dalle 7 alle 23; lo scrutinio inizierà nella stessa giornata di domenica, al termine delle operazioni di voto e dopo il riscontro del numero dei votanti. Subito dopo le ore 23 partirà la diretta dello spoglio su Irpinianews con commenti, foto e risultati ‘live’ da Ariano e Montoro.

A Montoro si sfideranno Mario Bianchino (già sindaco di Montoro Inferiore dal 1995 al 2004), che al primo turno ha raccolto quasi il 38% dei consensi, e Salvatore Carratù (sindaco di Montoro Inferiore dal 2004 al dicembre del 2013 e presidente del PdZ A/6), che ha chiuso il primo turno raccogliendo il 25%.

Sul Tricolle la sfida sarà invece tra Domenico Gambacorta (già sindaco di Ariano dal 2004 al 2009 e assessore provinciale) che due domeniche fa ha raccolto il 35,47% dei voti, e Michele Caso (sindacalista UIL) che nel primo turno ha raggiunto il 20%.

Modalità di voto

Per il turno di ballottaggio si sceglie solo tra i due candidati sindaci che hanno ottenuto, al primo turno, il maggior numero di voti. L’elettore vota tracciando un segno sul rettangolo entro il quale è scritto il nome del candidato prescelto. Il ministero ricorda che, poiché il turno di ballottaggio costituisce una prosecuzione delle operazioni del primo turno, potranno votare solo coloro che abbiano maturato il diritto di elettorato entro il giorno di domenica 25 maggio 2014, data in cui si è svolta la votazione del primo turno. Questi elettori potranno votare al turno di ballottaggio anche se non lo abbiano fatto in occasione del primo turno. L’elettore, per poter esercitare il diritto di voto presso l’ufficio elettorale di sezione nelle cui liste risulta iscritto, dovrà esibire, oltre a un documento di riconoscimento, la tessera elettorale personale permanente. Nel caso in cui si sia smarrita, o risultino esauriti gli spazi per l’apposizione del timbro sulla stessa tessera, sarà possibile chiederne una nuova agli uffici comunali.