Uova di cioccolato “illegali”: maxi sequestro in Campania

Uova di cioccolato “illegali”: maxi sequestro in Campania

20 aprile 2019

Maxi sequestro di uova di Pasqua e colombe “fuorilegge” in Campania. Il Comando Carabinieri per la Tutela della Salute, di concerto con il Ministro della Salute, ha intensificato le attività di controllo di tutti i comparti merceologici e produttivi di beni e servizi connessi alle filiere degli articoli alimentari tipici della Pasqua.

Denunciati a Caserta i legali responsabili rispettivamente di un’azienda all’ingrosso di alimenti, per aver detenuto uova di cioccolato in cattivo stato di conservazione, lasciati esposti agli agenti atmosferici ed ai raggi solari, e di uno stabilimento di prodotti dolciari per aver commercializzato uova pasquali come di produzione propria in realtà acquistate da altre industrie. Sequestrate complessivamente 5.948 uova pasquali e 2.338 etichette recanti indicazioni ingannevoli, per un valore di 80.000 euro circa.

A Napoli sono state sequestrate presso due distinte pasticcerie 141 uova pasquali di cioccolata e 40 chili di materia prima (cioccolato), per un valore di circa 1600 euro, poiché prive della documentazione necessaria atta a garantire la rintracciabilità dei prodotti impiegati. Ai titolari delle attività sono state impartite prescrizioni per la rimozione degli inconvenienti igienici-strutturali accertati nei laboratori di produzione e nei locali annessi. Il valore di quanto vincolato ammonta a euro 1.600 circa.