Universiadi: slittano lavori a Palazzetto, Stadio e Campo Coni. Problemi per la Scandone

Universiadi: slittano lavori a Palazzetto, Stadio e Campo Coni. Problemi per la Scandone

2 giugno 2018

I segnali c’erano stati già qualche settimana fa. Nonostante da piazza del Popolo continuasse a trapelare ottimismo, il quadro sembrava abbastanza chiaro. Come anticipato, infatti, slittano tutti i lavori sugli impianti sportivi relativi alle Universiadi 2019. Campo Coni, Palazzetto e Stadio dovranno aspettare per veder partire i lavori di restyling.

Circa 2,5 milioni di euro il piano previsto dall’Aru (agenzia regionale per le Universiadi) per riqualificare i tre impianti, ma proprio in Regione si sarebbe bloccato tutto. Mentre al Comune di Avellino hanno completato tutte le procedure, manca solo l’approvazione in Giunta del progetto sui lavori al “Partenio-Lombardi”, l’agenzia regionale ancora non ha fatto partire le procedure per le gare di appalto. Un  problema che avevamo sollevato in esclusiva qualche settimana fa quando, invece, l’aria che tirava in città era ben più ottimistica. Il ritorno dello Sport Days al Campo Coni, dopo che inizialmente si era parlato di Parco Santo Spirito proprio in vista dei lavori, ha di fatto confermato i sospetti sui ritardi.

I lavori slitteranno, ormai è certo, ma a questo punto i problemi aumentano e travolgono anche la Scandone. Per il Palazzetto è previsto, infatti, un intervento che riguarderà anche il campo di gioco. Molto probabile, dunque, che il roster biancoverde sia costretto ad emigrare a inizio stagione, per consentire lo svolgimento dei lavori.

Diverso il discorso per l’Us Avellino, in questo caso il restyling non coinvolgerà il rettangolo di gioco, consentendo alla squadra di poter giocare in casa le proprie partite.