Universiadi 2019, partito il conto alla rovescia. Ariano presenta il programma

Universiadi 2019, partito il conto alla rovescia. Ariano presenta il programma

26 giugno 2019

Presentazione ufficiale del programma delle Universiadi 2019 ad Ariano Irpino, la kermesse sportiva più importante dopo le Olimpiadi. La Campania è pronta ad ospitare centoventotto Paesi, oltre 9mila studenti universitari dai 18 ai 25 anni. “Una grande occasione per la città” ha sottolineato il sindaco di Ariano, Enrico Franza, che ha ringraziato in primis il suo predecessore Domenico Gambacorta per impegno profuso affinché il Tricolle fosse tra le città protagoniste della manifestazione. Doveroso, inoltre, il ringraziamento alle forze dell’ordine e agli atleti irpini.

Alla conferenza, insieme al primo cittadino, sono intervenuto: Bruno Iovino, dell’Area Sport Universiade 2019 ed i rappresentanti delle Associazioni Sportive del territorio. Natalia Trunfio, campionessa mondiale di tiro con l’arco, Giuseppe Colantuoni, atleta della Nazionale Italiana di Pesistica Paralimpica e Antonio Di Rubbo, fiduciario C.O.N.I. di Ariano Irpino.

Palazzetto dello Sport già presidiato dalle forze dell’ordine. Il PalaCardito, infatti, ospiterà le competizioni di pallavolo, 600 mila euro di investimenti per rendere la struttura agibile e idonea ad ospitare gli atleti. “Un investimento che – ha sottolineato Iovino – rimarrà alla città e quindi è bene averne cura”.

UNIVERSIADI 2019. La cerimonia di inaugurazione delle Universiadi sarà trasmessa in diretta in prima serata su Rai 2 dallo stadio San Paolo. Per la prima volta ad una Universiade ci saranno delle atlete provenienti dall’Arabia Saudita, una decina che gareggeranno nel tennis, tennis tavolo, tiro con l’arco e atletica. Napoli e la Campania segneranno per le ragazze di Riyad l’esordio sul palcoscenico dello sport universitario mondiale. Altra novità a Napoli 2019 è la presenza di una delegazione sportiva proveniente dal Kosovo. Intanto, l’arrivo ufficiale delle delegazioni che prenderanno parte alla 30^ Summer Universiade è fissato per domani, giovedì 27 giugno. I primi ad arrivare saranno due pallavolisti italiani alla Stazione Centrale di Napoli. Nella stessa mattinata sono attesi invece all’aeroporto internazionale di Capodichino il team sudafricano di calcio e la squadra giapponese di pallavolo.

Poi via via l’arrivo riguarderà gli atleti e i delegati di tutte le 18 discipline iscritte alla manifestazione provenienti da  128 Paesi. Gli arrivi si protrarranno fino all’11 luglio, data dell’ultimo arrivo a Napoli 2019: un atleta danese che prenderà parte alla mezza maratona. Nel frattempo già 400 partecipanti, da oltre 40 Paesi, hanno raggiunto in questi giorni il capoluogo partenopeo.

La delegazione più numerosa a Napoli 2019 è quella italiana con 413 membri, con gli atleti che rappresentano il fiore all’occhiello dello sport universitario, selezionati dal CUSI e dalle Federazioni sportive nazionali. Segue per numero di componenti la delegazione giapponese, composta da 365 membri. Tra i Paesi del continente asiatico dopo il Giappone è la Corea del Sud, con 272 delegati, la compagine più ampia, in sesta posizione sul totale dei Paesi iscritti, seguita dalla Cina con 260 membri. La terza delegazione più folta è di un Paese europeo, la Russia, con 359 delegati; un numero uguale a quello degli Stati Uniti. Subito dopo c’è il Canada con 294 partecipanti. L’Australia porta la delegazione più ampia dall’Oceania, con 255 membri.

La rappresentanza più cospicua tra i Paesi sudafricani è invece del Sud Africa, 170 delegati, mentre tra i Paesi del Centro America è del Messico, 244 partecipanti, e per il Sud America l’Argentina, 220 partecipanti. La più piccola delegazione arriva infine dal Principato di Monaco, un solo membro. “Stiamo lavorando da oltre un anno e mezzo per organizzare al meglio l’arrivo a Napoli delle delegazioni partecipanti alla 30^ Summer Universiade – commenta Francis Cirianni, Capo dei Servizi alle Delegazioni di Napoli 2019 – ora che mancano poche ore al loro arrivo ufficiale siamo molto contenti e li aspettiamo per supportarli affinché possano ottenere i risultati sportivi sperati e godersi Napoli e la Campania, certi dell’accoglienza che questi territori sapranno loro offrire”.