Un irpino ai vertici delle istituzioni nazionali: Mammone è il nuovo primo presidente della Cassazione

Un irpino ai vertici delle istituzioni nazionali: Mammone è il nuovo primo presidente della Cassazione

23 dicembre 2017

Un altro uomo irpino ai vertici delle istituzioni nazionali. Si tratta di Giovanni Mammone che è stato nominato primo presidente della Cassazione. Il magistrato 67enne, originario di Avellino, è stato in passato consigliere del Csm, eletto nel gruppo di Magistratura Indipendente, ed è attualmente segretario generale della Suprema Corte.

Una carriera vissuta tra il Csm e la Cassazione. Al Csm è arrivato la prima volta nel 1991 come magistrato addetto all’Ufficio Studi. Il salto nel 2002, quando viene eletto consigliere togato a Palazzo dei marescialli con il gruppo di Magistratura Indipendente.

L’approdo in Cassazione è nel 1998 e da allora, salvo nei quattro anni da componente del Csm, non ha più lasciato la Suprema Corte. Entrato come magistrato di appello applicato al Massimario ha scalato la carriere attraverso i ruoli di Consigliere dal 2007 , è diventato nel 2016 presidente di sezione, assegnato alla sezione Lavoro, con delega al coordinamento del settore Previdenza e Assistenza.

Nello stesso anno la nomina a segretario generale. I primi passi in magistratura Mammone li ha mossi invece a Monsummano Terme come pretore. Nel 1982 la nomina a giudice del Tribunale di Pistoia e sette anni dopo l’arrivo a Roma come pretore del lavoro.

La sua investitura ufficiale come primo presidente della Cassazione avverrà il 31 dicembre.