Uccise il padre a coltellate: assolto per infermità mentale

13 maggio 2008

Avellino – È stato assolto per infermità mentale, con obbligo di sottoporsi a cure in un ospedale psichiatrico per i prossimi cinque anni, Andrea Marra, 31enne di Serino che lo scorso anno uccise il padre Giovanni, 58enne, a coltellate. Una sentenza, emessa a seguito di un processo svolto con rito abbreviato, che ha lasciato in molti senza parole quella emessa dal Gup di Avellino Daniela Cortucci.
L’omicidio si era consumato in via Raffaele Rocco a Sala di Serino: il giovane aveva colpito il padre in seguito ad una lite alla presenza della madre e del fratello.
Ad incidere sulla sentenza la perizia psichiatrica disposta dal giudice ed affidata ad un medico di Torre Annunziata. L’esito della perizia aveva evidenziato che al momento dell’omicidio Andrea Marra era incapace di intendere e di volere e ne era stata constatata anche l’estrema pericolosità sociale. Da qui la richiesta di assoluzione per infermità mentale richiesta dall’avvocato difensore Alberico Villani.


Nessun commento Presente

Comincia una conversazione

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a cominciare una conversazione

I Tuoi dati saranno al sicuro!L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi.