Tutela dell’Ambiente: l’intesa tra Aquino e le Associazioni regionali

11 giugno 2005

Nusco/Parco Monti Picentini – Un incontro interlocutorio, quello che si è tenuto nei giorni scorsi tra il presidente del Parco Monti Picentini, Sabino Aquino, e i trenta responsabili regionali delle Associazioni Ambientali dislocate sul territorio campano, che ha registrato un’unità di intenti che fa ben sperare. Il confronto, che ha tracciato un bilancio approssimativo sullo stato di salute del comprensorio dei Picentini, è stato occasione di scambi programmatici al fine di ottimizzare le risorse presenti sul territorio e salvaguardare il patrimonio ambientale. Non solo. È stato un modo per recepire istanze e proporre soluzioni. A tessere le fila di un progetto di tutela e valorizzazione, il numero uno dell’Ente territoriale con sede a Nusco, Sabino Aquino, che nel suo ruolo di presidente, ma soprattutto di idrogeologo, ha ribadito la volontà di potenziare le risorse ambientali locali. A fare gli onori di casa il primo cittadino di Nusco, Giuseppe Del Giudice, che ha portato all’assemblea il saluto dell’amministrazione comunale, sottolineando l’estrema fiducia che l’esecutivo ripone nei confronti dell’organismo rappresentato da Aquino, per lo sviluppo e la valorizzazione del Parco. In quell’occasione il presidente ha illustrato uno degli argomenti principali di cui si sta facendo portavoce presso gli Enti territoriali e giuridico-amministrativi. “Il mio intento – spiega Aquino – è quello di scongiurare la realizzazione del metanodotto che andrà ad alimentare la centrale termoelettrica di Battipaglia, cercando di trovare un tracciato alternativo. Tale struttura attraverserà per venti chilometri i Monti Picentini e rappresenta un rischio reale per le importanti risorse idriche presenti nel massiccio. Inoltre è stato confermato da uno studio del Cnr (Carta di Vulnerabilità del Terminio-Tuoro) che il metanodotto costituisce un effettivo veicolo di inquinamento dei corpi idrici sotterranei”. Insomma i presupposti per evitare l’ennesimo ecomostro ci sono tutti… Ora bisogna solo aspettare. Intanto martedì 14 giugno, nell’ambito dell’elezione del presidente della Comunità del Parco, Aquino illustrerà le linee programmatiche che intenderà sviluppare nel corso del suo mandato. (mari.mo)