Tunnel Cabaret: ‘Tutti Insieme’, una festa per i 10 anni di attività

23 maggio 2005

Il laboratorio della comicità partenopea compie dieci anni di risate e professionalità e festeggerà alla grande con un evento unico nella storia del cabaret a Napoli. Tre ore ininterrotte di spettacolo, un vero e proprio Gran galà della comicità con il meglio della comicità napoletana e italiana in una non stop di performances senza freni con oltre trenta artisti esibitisi con tunnel in questi anni prima nella famosa cantina vicino Santa Chiara, poi sul palco del Tam (il cabaret aperto l’anno scorso nei locali dell’ex cinema Amedeo che fa il pieno ogni sera) e dei principali teatri italiani per rimbalzare quindi in televisione, nei programmi di punta della comicità italiana come Colorado Cafè, Zelig Circus, Zelig off e Bulldozer. Un grande e corale omaggio a Napoli ed ai suoi comici reso dai principali artisti napoletani di cabaret e da alcuni dei maggiori cabarettisti italiani. Un’iniziativa importante dunque anche dal punto di vista sociale poichè rilancia l’immagine di Napoli nelle pagine dello spettacolo dopo tanti dolorosi servizi di cronaca, mostrando una realtà culturale viva e altamente riconosciuta a livello professionale in tutta Italia. Un’opportunità lavorativa significativa, quella offerta in questi anni da Tunnel, che forse per la prima volta (dopo gli anni dorati del Salone Margherita) permette ai napoletani di lavorare e di esprimersi nella propria città, lontano dagli esili e dalle trasferte forzate di cui hanno sofferto sempre i nostri artisti, da Viviani a Eduardo fino a Troisi. Anche per questo motivo l’evento, cui hanno collaborato il Comune di Napoli con l’Assessorato al Turismo e al decoro urbano, è stato fortemente sostenuto dal Presidente della Provincia di Napoli Dino Di Palma che ha fatto da coorganizzatore. Dopo dieci anni di attività, oggi Tunnel non è solo una società di produzione e distribuzione ma un vero e proprio punto di riferimento della comicità a livello nazionale, struttura manageriale e officina di talenti, napoletani e non, a cui attingono Rai e Mediaset. “Sono molto felice di questo momento che considero una tappa importante di un percorso artistico che oggi vuole scommettere ancora – dice Nando Mormone, testa e cuore di Tunnel, oggi affiancato dal socio Gennaro Sarnataro – Dieci anni fa tutto nacque dalla passione per il cabaret e per il teatro amatoriale che era anche un modo per divertirsi e per incontrare gli amici. La scommessa di oggi è portare sempre di più la comicità napoletana alla ribalta delle scene nazionali, utilizzando sempre le stesse armi: talento, professionalità e capacità di confrontarsi”. Un grande appuntamento quindi per Napoli e per la comicità, un vero e proprio regalo alla città anche nella filosofia che ha stabilito i prezzi, volutamente contenuti e contro corrente (18€ per la Cavea Bassa e 15€ per la Cavea Alta) per poter accogliere veramente tutti. Tra gli altri appuntamenti della serata di cui saranno svelati soltanto in conferenza stampa i nomi dei conduttori, non mancherà la musica con il dj Frank Carpentieri che delizierà il pubblico dalla sua postazione insieme alle percussioni di Ciccio Merolla e ad altri ospiti importanti. In anteprima durante la serata del 1 giugno verrà annunciata la quarta edizione del Napoli Cabaret Festival che si terrà dal 13 al 16 luglio con una girandola di quaranta artisti italiani e stranieri. Il 2 mattina poi, tra sbadigli vari, Tutti Insieme, artisti e addetti ai lavori, continueranno la festa in Costiera, una festa tra amici intimi dopo quella con il pubblico.