Truffe a clienti moribondi: l’indagato irpino risponde

Truffe a clienti moribondi: l’indagato irpino risponde

21 febbraio 2020

di Andrea Fantucchio – Il gip del tribunale di Napoli, Gianluigi Visco, questa mattina ha interrogato l’agente assicurativo di Baiano arrestato, martedì scorso, dalla guardia di finanza di Napoli perché considerato uno dei promotori di una associazione a delinquere che commetteva riciclaggio, truffa e frode.

L’indagato, assistito dall’avvocato Costantino Sabatino, ha risposto a tutte le domande del giudice per le indagini preliminari, fornendo spiegazioni per i capi di imputazione che lo riguardano.

Per la Procura di Napoli (procuratore aggiunto Piscitelli, sostituto Orlando) i quindici indagati sottraevano codici d’accesso a conti correnti di clienti moribondi. E, così, si appropriavano del denaro. Nel corso della stessa inchiesta la guarda di finanza partenopea ha notificato l’arresto in carcere a una promoter finanziaria di Baiano e l’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria per un 30enne di Marcianise (Caserta) e un 26enne di Roccarainola (Napoli). La difesa dell’indagato di Baiano, dopo l’interrogatorio di questa mattina, ha chiesto l’attenuazione della misura cautelare.