Travaglio, Iannaccone: “Si metta fine all’uso improprio della Tv”

12 maggio 2008

MpA – “Ci chiediamo per quale strano motivo il Presidente della RAI non convochi il Consiglio di Amministrazione per discutere i casi Grillo e Travaglio e perché non solleciti il Direttore generale affinché adotti dei provvedimenti sanzionatori nei confronti di chi ha permesso che, nello spazio di pochi giorni, si insultassero e si diffamassero le più alte cariche dello stato”. E’ la richiesta avanzata da Arturo Iannaccone, deputato del Movimento per le Autonomie.
“Come ha giustamente rilevato il Presidente del Senato, le accuse di Travaglio hanno l’intento di interrompere una fase di dialogo tra le forze politiche di maggioranza e di opposizione e di stroncare sul nascere una legislatura che si profila come costituente. Chiediamo che la nuova Commissione di Vigilanza sulla Rai si occupi dell’accaduto per evitare di dover stigmatizzare in futuro l’uso improprio della televisione pubblica fatto da chi insulta e diffama, con disinvoltura inaudita, le più alte cariche dello Stato. Al Presidente del Senato, Schifani – conclude il parlamentare – giunga la piena solidarietà del Gruppo del Movimento per l’Autonomia.”


Nessun commento Presente

Comincia una conversazione

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a cominciare una conversazione

I Tuoi dati saranno al sicuro!L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi.