Trading con i bitcoin: i consigli da mettere in pratica

Trading con i bitcoin: i consigli da mettere in pratica

24 febbraio 2020

Tra gli asset che meritano di essere presi in considerazione dagli investitori che si vogliono cimentare nel trading, i bitcoin e più in generale le monete virtuali rappresentano un buon punto di partenza dal momento che consentono di arrivare a rendimenti più che consistenti: come è facile intuire, però, tale aspetto è strettamente correlato a un rischio decisamente alto. Se è vero che per cominciare a tradare con le crypto è sufficiente avere a disposizione uno smartphone, un tablet o un computer connessi a Internet, è altrettanto vero che le precauzioni da adottare non sono mai abbastanza.

Trading e monete virtuali: cautela e prudenza

Per i mercati tradizionali, per esempio, gli investitori sono tutelati da specifici enti, ma limiti di questo genere non sono previsti nel caso delle monete virtuali. A un primo sguardo la strada potrebbe apparire tutta in discesa, ma a conti fatti guadagnare non è così facile come potrebbe sembrare. Il più importante aspetto da valutare sotto questo profilo è quello della volatilità, che svolge un ruolo di primo piano nel mercato delle crypto: ethereum e bitcoin sono tra gli asset più comuni che si caratterizzano per una notevole complessità sia a livello di tasse che sul piano burocratico. Insomma, quando si decide su che cosa si vuole investire, è bene ponderare le proprie scelte ed evitare di farsi influenzare da chi dice di essere riuscito a diventare ricco con le monete virtuali.

La ricerca della strategia migliore

Se si conosce la storia dei mercati finanziari si sa che la crescita di un asset non può essere illimitata: un crollo è inevitabile, prima o poi. Per i bitcoin, ovviamente, il discorso non è diverso, e già vari crolli si sono susseguiti. Lo si è già detto: il trading con le monete virtuali non è esente da rischi. Per provare a ridurli è possibile consultare bitcoin trader recensioni, ma soprattutto è consigliabile studiare il passato, per capire il presente e non lasciarsi spaventare dal futuro. È chiaro che in casi in cui il mercato fa registrare tassi di crescita a doppia cifra il desiderio degli investitori è quello di buttarsi in questo mondo. Tuttavia è bene riuscire a resistere a tale tentazione. Se le crypto aumentano del 20 per cento, si può anche ipotizzare che da un giorno all’altro calino del 20 per cento.

Un mercato fortemente speculativo

Quello delle monete virtuali è un mercato fortemente speculativo: se alcuni investitori sono stati bravi e fortunati nel diventare ricchi, molti altri hanno avuto sorte opposta e hanno finito per perdere tutto. Quasi tutte le monete virtuali hanno perso più del 90 per cento dal picco che avevano raggiunto. Anche per questo motivo, è bene evitare di fare trading tutti i giorni, a meno che non si sia veramente esperti del settore. Il mercato delle monete virtuali è operativo 7 giorni su 7 e 24 ore su 24, ma questo non vuol dire che si debba rimanere sempre connessi. Poiché il trading è a tutti gli effetti un lavoro, è necessario capire come e quando operare, senza lasciarsi travolgere dalle emozioni.

Il trading intra-day

Il trading intra-day richiede impegno e attenzione: se si ha un altro lavoro, non si può pensare di dedicarsi anche a questa attività. L’avidità e la paura sono due sentimenti comuni e comprensibili, ma al tempo stesso rappresentano due nemiche da cui tenersi alla larga se si è alla ricerca di profitti. Il mercato, infatti, può operare negli short-term in modo irrazionale. È impossibile sapere in che modo si comporterà il mercato sul breve periodo, ed è per questo che si corre sempre il rischio che si venda o si compri al momento sbagliato. Quello su cui si specula nel settore crypto è che le monete virtuali possano diventare riserve di valore o forme di pagamento in futuro: di conseguenza non c’è bisogno di fare trading tutti i giorni.