“Tra sogno e natura”, al castello di Bisaccia le visioni oniriche di Tarantino

“Tra sogno e natura”, al castello di Bisaccia le visioni oniriche di Tarantino

7 agosto 2019

Da sabato 10 agosto, Bisaccia ospita la mostra “Tra sogno e natura” di Bruno Tarantino. Fino al 30 agosto, nella sala esposizioni del Castello Ducale, è possibile visionare circa venti opere caratterizzate da atmosfere dolci e quasi fiabesche, capaci di attrarre positivamente lo spettatore e condurlo in luoghi capaci di rilassare e rasserenare.

Nelle tele di Bruno Tarantino, noto artista irpino che vanta la partecipazione a mostre collettive da Roma a Milano, da Napoli a Rimini, si riconoscono corpi in movimento, inseriti in paesaggi verdeggianti e primaverili, che rinviano alla sensualità della dolce stagione e alla fusione tra esseri viventi, architettura e ambiente.

“Tarantino – scrive Generoso Vella, giornalista e filologo – propone immagini dove il colore è davvero fondamentale per creare visioni romantiche e ricercate. Il mondo dei sogni è uno dei principali motivi d’ispirazione della sua arte. Egli interroga il suo inconscio e ottiene da esso un dialogo fecondo e appagante che si traduce in una trasposizione su tela di un approccio positivo e sereno alla vita. L’artista privilegia infatti una dimensione ludica dell’esistenza in cui frammenti di realtà entrano in contatto con la materia dei sogni: i suoi paesaggi sono spazi senza dimensioni stabilite, in cui elementi diversi si incontrano e si trasformano senza regola alcuna. In particolare si scorgono tracce di architettura metafisica e la presenza di alberi fioriti e da frutto, illuminati da radiosi tramonti. Animano l’atmosfera, figure umane, di derivazione dechirichiana, che cercano una connessione con la natura, attraverso pratiche creative e sensoriali, come la danza, o assumendo la forma o il colore dell’ambiente”.

“Continua l’organizzazione di eventi d’arte nell’ambito del nostro complesso culturale – afferma Marcello Arminio, Sindaco di Bisaccia – con l’allestimento di una nuova mostra che s’inserisce all’interno di una serie di manifestazioni organizzate in collaborazione con il direttore scientifico della struttura, Giampiero Galasso, volte sempre alla ricerca di nuove opportunità per valorizzare il patrimonio storico, monumentale e artistico della nostra comunità”.

La mostra sarà aperta al pubblico, con ingresso gratuito, tutti i giorni (escluso il lunedì mattina) dalle ore 11:00 alle 13:00 e dalle 17:00 alle 19:00.