“Tra i più autentici d’Italia e d’Europa”, l’UNPLI promuove il cartellone dei Carnevali irpini

“Tra i più autentici d’Italia e d’Europa”, l’UNPLI promuove il cartellone dei Carnevali irpini

13 febbraio 2018

Sono migliaia le persone coinvolte nella preparazione della manifestazione che si svolge all’aperto occupando piazza e vicoli. Centinaia e centinaia di migliaia di persone che partecipano gioiosamente alla festa.

Il Carnevale in Irpinia è un fatto prettamente culturale che si tramanda di generazione in generazione. Cento i Carnevali Irpini per significare che il carnevale si svolge in tutte le aree della provincia e che ogni carnevale è diverso l’uno dall’altro.

Le Zeze dell’hinterland avellinese, la Montemaranese, i Carri allegorici, il ballo ntreccio, la mascarata, il laccio d’amore, la ndrezzata, i mesi, gli squacqualacchiun sono presenze diffuse su tutte le aree della provincia. Le zeze d’origine partenopea a Napoli sono scomparse mentre in Irpinia sono fortemente presenti.

“E’ un fenomeno culturale – dichiara Giuseppe Silvestri, Presidente Unpli Avellino – in quanto richiama le radici della comunità irpina di carattere agricole e silvo-pastorale che resistono alla globalizzazione. Nel carnevale rimangono i segni della processione che si svolge per invocare la benevolenza del futuro verso una entità superiore, della prosperità, del cambiamento dall’inverno alla primavera, del contrasto tra povertà e abbondanza, della rivincita dell’ultimo verso il primo, dello scongiurare il malocchio”.

Al fenomeno culturale segue quello economico perchè mette in movimento migliaia di persone e l’ecomomia si muove.

“I carnevali irpini non sono riproducibili altrove – prosegue Silvestri – non sono costruiti, sono carnevali veri. Per queste ragioni sono oggetto di studio di Università, antropologici, studenti universitari che scelgono di svolgere la tesi di laurea su questo tema”.

“Essi rappresentano valori culturali molto forti rappresentano la Comunità che si attiva produce cultura anche se all’interno della quale ci può essere anche la componente della competizione del far meglio. Irpinia, terra di tradizioni e di grande passione. La passione è vita. Viva il Carnevale, viva i Cento Carnevalli Irpini”, conclude il presidente dell’Unpli.

Il reperimento dei programmi di carnevale è nelle finalità istituzionale dell’Unpli e delle Pro Loco della promozione del patrimonio culturale.

Il Cartellone dei Carnevali Irpini a cura dell’Unpli è consultabile sul sito www.unpliavellino.it