Torella /Un 35enne imprenditore si toglie la vita nel capannone della sua azienda

24 marzo 2005

Torella dei Lombardi – Era attanagliato dalle sorti future della sua azienda e dal destino occupazionale dei suoi dipendenti. Problemi che lo avevano ferito nella sua psiche. Ultimamente era irrequieto, silenzioso ma ha rifiutato di chiedere aiuto anche alla sua compagna di vita. Non ha lasciato nessuna lettera per “spiegare” quello che avrebbe dopo poco compiuto. Si è alzato di buon ora e, come faceva tutte le mattine, si è recato nella sua azienda, la “Geofarma” specializzata nella produzione di prodotti fitofarmaci: ha preso una corda ha deciso di porre fine alla sua esistenza impiccandosi. A fare la macabra scoperta è stato uno dei suoi operai. Incredulo e sotto shock ha chiamato immediatamente i volontari del 118 ma al loro arrivo, purtroppo, la tragedia si era già consumata. In azienda si sono portati i Carabinieri della locale Stazione e della Compagnia di Montella guidati dal Capitano Nicola Mirante. Notiziata anche la Procura della Repubblica di Sant’Angelo dei Lombardi che ha investito del suicidio il Pubblico Ministero Miraglia. I militari, dopo aver interdetto l’area dove si è consumata la tragedia, hanno ascoltato la moglie di Mario Iuorio e gli operai. Nessun elemento utile per le indagini. Purtroppo, si sarebbe trattato di depressione accentuata da una momentanea difficoltà lavorativa-economica. La salma del 35enne è stata sottoposta a sequestro e nel primo pomeriggio è stata oggetto di ispezione cadaverica. Sul corpo non sarà effettuato alcun esame autoptico in quanto la causa del decesso è fin troppo chiara. La notizia della tragica scomparsa di Mario Iuorio ha colpito la piccola comunità di Torella dei Lombardi: il 35enne era stimato ed apprezzato da tutti non solo per la sua personalità ma, soprattutto, per aver dato lavoro a giovani irpini.