Torella – Perrotti: “In questo modo Pdl continuerà a non esistere”

13 febbraio 2010

Torella dei Lombardi – All’indomani delle nomine dei coordinatori cittadini del Pdl, anche la comunità torellese con la voce di Antonio Perrotti, simpatizzante e impegnato politicamente nelle fila del partito, esprime delle forti critiche in merito alla nomina del coordinatore locale. “La scelta è stata fatta senza tener minimamente conto della realtà territoriale, a dimostrazione che l’organizzazione del partito in provincia stenta a decollare, anzi manifesta un’assoluta incapacità di saper ‘ascoltare il territorio’ e le sue esigenze. Il criterio adottato nella scelta della nomina del coordinatore locale contrasta pienamente con l’idea di voler radicare il partito sul territorio; anzi l’impegno concernente il passato di militanti viene calpestato, quando nella costruzione di una classe dirigente viene effettuata una scelta di immobilizzazione completa, dove è assolutamente assente un’idea di premialità per tutti quei soggetti espressione di consenso e di impegno nelle fila del partito. Tale forma di malessere è inevitabile che si converta in un disimpegno elettorale e in una progressiva disaffezione alla politica in generale. Per quanto tempo ancora dovremo subire queste scelte “calate dall’alto” che con l’idea di buona politica non hanno niente a che fare? Quando si inizierà davvero a fare politica in questa provincia?”.