Tommariello d’Oro – Frizzi: “Legato all’Irpinia, terra laboriosa”

23 agosto 2014

Ai già tanti irpini illustri che verranno premiati al Tommariello d’Oro questa sera a Montefusco, nella splendida cornice del Convento di S. Egidio, si aggiunge anche il presidente del Consiglio Regionale Pietro Foglia.

L’annuncio viene dato durante la conferenza stampa indetta dall’associazione presieduta da Teresa Lombardo. Manuela Arcuri non c’è ad Avellino perché impegnata nella poppata del suo pargoletto Mattia, ma questa sera sarà regolarmente al fianco di Fabrizio Frizzi nella conduzione della manifestazione che partirà dalle ore 21. L’edizione numero otto del premio dedicato agli irpini che si sono particolarmente distinti, in casa come fuori confine, nel loro settore d’appartenenza, sarà ricordata come l’edizione dei record. Saranno oltre cento gli artisti che si alterneranno sul palco. E sarà anche una edizione speciale soprattutto per Carmine Gnerre, ideatore del premio, ma oggi nella veste di sindaco del Comune di Montefusco. “Questo premio è nato per valorizzare la nostra terra sotto un duplice aspetto. Riconoscendo il valore degli uomini e delle donne d’Irpinia, e tentiamo ogni anno di selezionare il meglio, anche se chi resta escluso ha sempre da ridire, e dando meritoria attenzione a due delle nostre eccellenze tipiche: con il Tommariello d’Oro parliamo del tombolo di Montefusco, con la “Pigna d’Argento” del Greco di Tufo. Dopo otto anni il successo della manifestazione è indiscusso ma i problemi finanziari non mancano”. Nonostante la crisi, l’associazione è riuscita ad allestire una kermesse di tutto rispetto. E la presenza di Fabrizio Frizzi lo dimostra chiaramente. “E’ sempre un piacere per me tornare in questa provincia. Tra l’altro un mio caro zio, Sabatino, era originario proprio di queste zone e me ne parlava nei suoi racconti, per cui ho imparato ad amare l’Irpinia ancor prima di venirci di persona. L’emozione più grande che mi regala quest’esperienza, è ogni volta quella di conoscere questi protagonisti che tanto hanno fatto a livello sia personale che collettivo: sono vite esemplari e ascoltando i loro racconti c’è sempre da imparare. Poi il fatto di ritrovarmi di nuovo catapultato nel mondo di Miss Italia con la presenza delle Miss campane non può che farmi piacere.”.

Emozionata anche la neo presidente dell’associazione, la giornalista Teresa Lombardo: ”Il “Tommariello d’oro 2014” sarà assegnato a Vincenzo Stingone, Questore di Bologna originario di Sirignano, ed a Carlo De Vito, amministratore delegato di Ferrovie dello Stato settore sistemi urbani, originario di Capriglia Irpina. Verranno invece premiati con la “Pigna d’argento”: Luigi Fiorentino capo di gabinetto del Ministero Affari Regionali, originario di Paternopoli, Gino Famiglietti direttore generale del Ministero Beni Culturali e Paesaggistici del Molise, originario di Frigento, Italo Ardovino direttore Unità operativa di Ostetricia e Ginecologia Azienda Ospedaliera San Giuseppe Moscati di Avellino, Mario Zamma attore comico della compagnia del Bagaglino, originario di Sorbo Serpico, Nicola Santulli direttore di Irpinianews primo giornale web nato in Irpinia che compie 10 anni. Infine, Sergio Capaldo amministratore delegato gruppo Progress Atripalda e Pietro Foglia, presidente del consiglio regionale”.

Presenti anche due degli artisti che si esibiranno in serata. Frate Alessandro, “la voce di Assisi” e Carmine D’Orsi, finalista della trasmissione televisiva “I raccomandati”. Non resta che assistere allo spettacolo di Montefusco (ore 21) che stasera calamiterà l’attenzione di una provincia intera.