Test di citologia nasale ad Avellino

5 novembre 2013

Sensibilizzare e informare la popolazione sulle malattie nasali, in particolar modo sulla rinite vasomotoria non allergica, patologia ancora non riconosciuta , che disturba il sonno e la qualita’ di vita del 20% della popolazione: questo l’obiettivo della prima Giornata nazionale ‘Il mio naso ribelle’ promossa dalla Azienda Sanitaria Locale di Avellino, diretta dall’Ing. Sergio Florio, e dall’Accademia Nazionale di citologia nasale (Aicna), in programma su tutto il Territorio Italiano giovedi’ 7 novembre c.a.- Offrire gratuitamente la possibilita’ ai cittadini interessati di effettuare gratuitamente,durante la giomata, il test citologico nasale nei circa 50 centri rinologici presenti in Italia. ‘La rinite allergica colpisce il 35% della popolazione generale, mentre quella cellulare il 20% e interessa soggetti di tutte le fasce d’eta’. La cura esiste ma per arrivarci bisogna prima diagnosticarla, e la citologia nasale e’ l’unica pratica medica, semplice, non cruenta e non cara, capace di riconoscerla”. Lo ha affermato il presidente dell’AICNA, Matteo Gelardi, otorinolaringoiatra responsabile del progetto , che ha poi aggiunto: ‘Le riniti cellulari prendono il nome dalle cellule presenti nel naso. Possono essere Nares (rinite non allergica eosìnofila), Namia (rinite non allergica mastocitaria),oppure Naresma (rinite non allergica eosinofila e mastocitaria). Si tratta di cellule buone, che sono nel sangue- ha spiegato il professore- ma se raggiungono la cavita’ nasale sono responsabili della sintomatologia del naso ribelle”. Il paziente con naso ribelle e’ un soggetto che presenta appunto “un naso iperattivo, che sintomatologicamente comporta starnuti, muco, ostruzione nasale e prurito. La persona che vive queste problematiche ha gli stessi sintomi delle riniti allergiche, e nella ricerca della giusta cura si ritrova a sua volta travolto in una spirale fatta di visite mediche alla ricerca di allergie che non ha. In genere chi soffre di rinite cellulare finisce poi per sconfortarsi, non curarsi e sviluppare rinosinusite, asma o ancora peggio polipi nasali’. Quindi, la giomata punta a sensibilizzare la popolazione “dal naso ribelle” a riconoscere questa patologia, ‘perche’ una diagnosi corretta permetterebbe ai pazienti di seguire terapie mirate evitando di sviluppare polipi nasali”. Giovedì 7 novembre 2013 dalle ore 9.00 alle ore 13.00 presso l’ambulatorio di Otorinolaringoiatria del Distretto Sanitario di via degli Imbimbo,Avellino, è possibile eseguire gratuitamente il test di citologia nasale (rinocitogramma) previa prenotazione telefonica al numero 0825 2920 98 dalle ore 11.00 alle 13.00