Avellino Calcio – Da Rastelli a Tesser: il Senato della mediana confermato in blocco

Avellino Calcio – Da Rastelli a Tesser: il Senato della mediana confermato in blocco

6 luglio 2015

Nell’Avellino di Attilio Tesser ci sarà spazio anche per i senatori di centrocampo dell’era Rastelli. Tra i tanti volti nuovi, nel gruppo che inizierà a sudare a Sturno in vista della prossima annata ci saranno ancora quelli di Angelo D’Angelo, Mariano Arini ed Eros Schiavon.

La conferma – a meno di clamorosi dietrofront in corso di calciomercato – di Schiavon, certificata anche dalle parole del presidente della Spal Walter Mattioli che avrebbe voluto riportarlo a Ferrara, ha consolidato il triumvirato della mediana che ha fatto la fortuna di Rastelli nel biennio di cadetteria. L’ex Cittadella rimarrà fino alla scadenza del contratto, prevista a giugno 2016, per volere di Tesser che ne farà l’alternativa ad Antonio Zito sul vertice mancino del rombo. Oltre al binomio quantità-qualità, Schiavon, dall’alto dei suoi 32 anni, ha dalla sua l’esperienza che ne farà uno dei punti di riferimento nello spogliatoio.

Lo sarà ancora di più capitan D’Angelo, bandiera sventolata sull’intera scalata dell’Avellino post fallimento. Anche il mastino di Ascea dovrà accontentarsi di un ruolo di gregario, ma in un campionato lungo ed intenso come quello di Serie B avrà certamente le sue opportunità con la possibilità di confermare la media di circa due gol a stagione con la maglia biancoverde.

Tesser potrà contare anche sulle doti di interditore di Arini, catapultato al centro dell’operazione Rastelli al Cagliari a inizio mercato. Il mediano partenopeo ha comunicato alla società biancoverde di non potersi spostare per motivi familiari e pertanto rimarrà ancora un altro anno in Irpinia, dopodiché potrà svincolarsi. Fumata nera dopo l’ultimo tentativo di prolungamento dell’accordo in scadenza il 30 giugno 2016: si navigherà a vista insieme.

Non saranno primissime scelte, ma i fedelissimi della mediana guideranno la transizione del centrocampo da Rastelli a Tesser. Un reparto destinato a mutare per disposizione tattica e caratteristiche tecniche non necessariamente improntate alla quantità. Quando ne avrà bisogno, Tesser saprà dove attingere. L’Avellino riparte dai suoi capisaldi in mediana.