Terra Madre Day: iniziativa di Condotto Slow Food Irpinia

3 dicembre 2012

La rete mondiale di Terra Madre sta lavorando per creare un modello alternativo di produzione e consumo del cibo, in linea con la filosofia Slow Food del buono, pulito e giusto: buono per il palato, pulito per gli uomini, gli animali e la natura, e giusto per produttori e consumatori.

Lanciato da Slow Food nel 2004, questo progetto di scala globale unisce comunità del cibo di 160 Paesi che condividono una visione di produzione alimentare radicata nelle economie locali e che rispetti l’ambiente, le conoscenze tradizionali, la biodiversità e il gusto.

Sia che si tratti di creare un orto scolastico o di produrre del miele, salvaguardare le varietà di cibo indigene o creare nuovi mercati, le azioni quotidiane dei piccoli contadini, pescatori, allevatori e artigiani della rete, così come cuochi, educatori e giovani. Sono atti politici per un futuro alimentare migliore. Il Terra Madre Day è un’opportunità per l’intera rete Slow Food di festeggiare il cibo locale e promuovere produzioni e metodi di consumo sostenibili presso le proprie comunità e i decisori locali. Migliaia di azioni in ogni angolo del pianeta mettono in risalto la nostra visione unita e la diversità che stiamo lottando per mantenere. Il Terra Madre Day dà anche visibilità ai nostri progetti per salvaguardare la biodiversità alimentare, portare l’educazione del gusto ad adulti e bambini e mettere in contatto i produttori con i consumatori.

La Condotta Slow Food Irpinia Colline dell’Ufita e Taurasi, ha organizzato per la serata del 13 dicembre prossimo a partire dalle ore 20 presso il Ristorante Oasis di Vallesaccarda l’evento dal titolo: Cucine Aperte, Cultura e Cultivar – Maestri della cucina per il Terra Madre Day 2012 incontrano l’olio d’oliva extravergine RAVECE. In questo modo la Condotta si unisce ai festeggiamenti del Terra Madre Day 2012 per promuovere un cibo buono, pulito e giusto. Contadini di piccola scala, produttori, cuochi, studenti e soci usano la loro creatività e i loro saperi per costruire un futuro del cibo migliore. Con questo evento, ne parla il Fiduciario della Condotta Franco Archidiacono “vogliamo rafforzare il legame tra le comunità perché una vera rivoluzione alimentare globale parte da radici locali”.

Un evento culturale che, dal territorio della DOP dell’Olio Extravergine d’oliva “Irpinia Colline dell’Ufita”, guarda al mondo della produzione d’eccellenza olivicola di territorio e alle mani sapienti dei cuochi dell’Appennino meridionale, che alternandosi alla cottura di prodotti di territorio, delle Comunità del cibo e dei Presidi Slow Food, testimonieranno la qualità dell’olio d’oliva extravergine RAVECE.

I ristoranti impegnati durante la serata sono: Oasis, Sapori Antichi di Vallesaccarda, Tipicamente di San Fele, Locanda della Luna del Sannio e Peppe Zullo di Orsara di Puglia. Gli chef dei locali sopra descritti cucineranno con gli oli extravergine d’oliva dell’azienda Fam di Venticano, Rocca Normanna di Fontanarosa, Alfio Lo Conte di Ariano Irpino, Il Mulino della Signora di Frigento, Ianniciello Maria di Grottaminarda, L’Albero del Riccio di Paternopoli. Durante la serata sarà anche allestito un banco di assaggio di oli extravergine d’oliva “Ravece” delle aziende di territorio. Parte dell’incasso della serata andrà devoluto ai progetti di Terra Madre Day.