Teramo-Avellino, Padovano: “Sbagliato qualcosa, attendiamo il mercato”

Teramo-Avellino, Padovano: “Sbagliato qualcosa, attendiamo il mercato”

19 gennaio 2020

Teramo, Claudio De Vito. “Il Teramo ha avuto più occasioni di noi che abbiamo sbagliato qualche scelta nelle ripartenze”. Giuseppe Padovano, chiamato a rimpiazzare in panchina lo squalificato Ezio Capuano, fa autocritica rispetto all’1-0 patito allo scadere contro la formazione abruzzese.

“Abbiamo affrontato una squadra forte con grandi obiettivi – ha sottolineato – i ragazzi hanno offerto comunque una buona prestazione. A differenza del Teramo, l’Avellino è partito in ritardo e secondo i programmi di inizio stagione avrebbe dovuto salvarsi all’ultima giornata. Ecco perché gli attuali ventisette punti rappresentano un buon bottino. Puntiamo a salvarci ed eventualmente ad ottenere qualcosa di più. Non dobbiamo perdere di vista l’obiettivo”.

Da rivedere la gestione del calcio d’angolo che ha premiato la tenacia dei padroni di casa. “Non ci sono colpe, le responsabilità sono dello staff tecnico” ha spiegato il tecnico biancoverde facendo scudo sulla squadra. “Abbiamo provato a cambiare qualcosa nella ripresa passando al 3-5-2 perché soffrivamo sulla nostra destra” ha aggiunto Padovano che ha anche ribadito la necessità di rinforzi: “Siamo numericamente corti ma alleniamo i calciatori che abbiamo a disposizione”.

Intanto domani arriverà Andrea Dini per il ruolo di titolare in porta, mentre il mediano argentino Tomas Federico era già in tribuna al “Bonolis” questa sera. Al passo d’addio in direzione Rimini invece Matteo Rossetti, escluso dal 1′ nonostante l’emergenza in mezzo al campo. “Ma si è trattata di una scelta di ordine tecnico-tattico, non di altro” ha assicurato Padovano.

Così invece Alessandro Di Paolantonio, che ha ‘rischiato’ di castigare la squadra della sua città con il calcio di punizione graffiato in angolo da Tomei: “Giocare qui mi ha fatto emozionare – ha detto il centrocampista biancoverde – dispiace aver preso gol su calcio piazzato perché noi siamo forti su queste situazioni di gioco. C’è un pizzico di rammarico anche per aver fatto poco nella ripresa. Ci dispiace aver perso la partita in questo modo”.