Teora – Scambio culturale: Di Domenico in Svizzera

5 giugno 2005

Teora – A Teora è già estate. L’amministrazione comunale, proprio in questi giorni, sta stilando il cartellone per le manifestazioni estive 2005. Tra sagre, stornelli e ballate, dopo una lunga sospensione torna la festa degli emigranti. L’evento, previsto per il prossimo 2 agosto sarà articolato in vari momenti. Dopo l’accoglienza dei emigranti di ritorno da mete europee e oltreoceano, seguirà una Santa Celebrazione in suffragio di quanti sono morti lontani dalla propria terra, per poi passare ai festeggiamenti. Non mancheranno intermezzi culturali con poesie, dipinti e sculture realizzate dalla gente del luogo. E proprio in onore di quanti, con la valigia di cartone e qualche speranza nel cuore hanno lasciato Teora, il primo cittadino Salvatore Di Domenico sarà in visita in Svizzera, paese europeo con la maggiore concentrazione di teoresi. “Sarà un viaggio – ha affermato – per ritrovare una porzione della nostra popolazione seminata tra i cantoni svizzeri. Si tratta di nostri compaesani partiti da Teora con poche lire in tasca, una valigia rappezzata e tanti sogni da realizzare. Attualmente, alcuni di loro rivestono importanti cariche politiche, amministrative e sociali. Siamo orgogliosi di queste personalità che si sono venute su dal niente e che ora, con fatica e stenti, portano in alto il nome dell’Irpinia. Ma sarà anche motivo per scambiare con il popolo svizzero usi e costumi”. La visita di Di Domenico è fissata per il prossimo 23 giugno. Top secret le città transalpine che il sindaco e una piccola delegazione di amministratori toccheranno per l’occasione, certamente Di Domenico e i suoi accorceranno le distanze tra Irpinia e la terra del cioccolato. (di Marianna Marrazzo)