Teora – Di Domenico: la mia squadra con Cordasco e Rotonda

5 ottobre 2005

Teora – Si avvia alla conclusione la ‘querelle’ altirpina tra il primo cittadino di Teora Salvatore Di Domenico e l’ex vicesindaco Giuseppe Casale. Dopo gli apparenti silenzi, le accuse e le polemiche sorte nei giorni passati, il sindaco Di Domenico esce allo scoperto, rimpastando la sua Giunta per fronteggiare alla meglio la burrascosa crisi che ha “danneggiato l’immagine di Teora e la mia persona”. Due le new entry che faranno parte dell’Esecutivo teorse. Sarà Paola Rotonda, già assessore alla Pubblica Istruzione e al Contenzioso a rivestire l’incarico di vicesindaco, mentre Cordasco Maccaldo, dalla schiera dei consiglieri passerà alla fila degli assessori. Resta top secret la delega del neo assessore. Da indiscrezioni pare che Cordasco potrebbe ambire alla carica ricoperta un tempo da Casale, cioè quella di assessore ai Lavori Pubblici e all’Urbanistica. Ma sulla vicenda il numero uno teorese non si pronuncia più di tanto. La prossima seduta di Consiglio comunale sarà decisiva, non solo per l’ufficializzazione delle due designazioni, ma anche per il confronto diretto tra Di Domenico e Casale. Il primo cittadino, in merito, non si espone ancora, qualsiasi tipo di spiegazione è rimandata a sabato, quando durante la pubblica assise, renderà noti i due neo assessori e svelerà tutti gli arcani che hanno visto in subbuglio l’amministrazione altirpina. “Per portare avanti i nostri progetti e la nostra attività – ha spiegato il sindaco – bisogna lavorare in un clima di estrema serenità. Negli ultimi tempi la vita politica è stata movimentata da eventi spiacevoli che hanno oscurato l’immagine del nostro paese. Non finirà come si suol dire ‘a tarallucci e vino’. Non in transigerò su alcune questioni, sollevate anche dalla stampa locale, che hanno contribuito ad infuocare la vicenda già delicata di suo. Continuerò ad amministrare Teora con l’impegno di sempre, conscio che questi scossoni, rinsaldano maggiormente l’unità del gruppo dirigente”.