“Tempi lunghi per il nuovo Campus, la Dante Alighieri ha bisogno subito di un nuovo edificio”: l’appello del nuovo dirigente scolastico

“Tempi lunghi per il nuovo Campus, la Dante Alighieri ha bisogno subito di un nuovo edificio”: l’appello del nuovo dirigente scolastico

11 settembre 2019

Alpi – Anno nuovo, problemi vecchi. Il primo giorno di scuola per il “Perna Alighieri” di Contrada Baccanico, coincide con il settimo anno consecutivo, per la scuola media “Dante Alighieri”, senza un proprio edificio. Quello storico di via Piave, dove sono passate intere generazioni di avellinesi e non, è ormai un edificio abbandonato a se stesso, collocato al centro di una delle arterie principali del capoluogo. Una ferita aperta al centro di Avellino, una ferita aperta per gli avellinesi e per tutti coloro che amano la città. Il progetto del nuovo “Campus scolastico Dante Alighieri” è quasi arrivato alla sua fase esecutiva ed aspetta solo di rientrare nel finanziamento da 17 milioni di euro della Regione Campania che scatterà con l’inizio del nuovo anno.

Sarà un capolavoro di edilizia scolastica, realizzato con tutte le tecniche moderne e ridarà vita ad un quartiere che, in questi anni, ha perso il ruolo centrale che aveva in città. I residenti non vedono l’ora che la vecchia scuola venga abbattuta. Ma, al momento, la nuova “Dante Alighieri” ancora non c’è, con tutte le conseguenze negative che questo comporta.

Il neo dirigente scolastico dell’Istituto Comprensivo “Perna Alighieri”, Attilio Lieto, lo ha messo in evidenza. “E’ il neo più grosso che mi trovo ad affrontare – dice -. Di una cosa sono certo, il Dante Alighieri non può non avere un proprio plesso. Sono ormai sette anni che la città aspetta. Certo, c’è il progetto del Campus, ma ci saranno dei tempi per realizzarlo. Nel frattempo, c’è la grossa esigenza di lavorare ad una soluzione tampone. Spero che gli amministratori accolgano questo mio appello, una soluzione tampone è auspicabile per il bene del Dante Alighieri e di tutta la città”.