Tecnoservice, blitz dei lavoratori al convegno: la vertenza in Regione e a Roma

Tecnoservice, blitz dei lavoratori al convegno: la vertenza in Regione e a Roma

16 ottobre 2015

Blitz dei lavoratori della Tecnoservice, in sit-in permanente davanti all’ingresso principale del Moscati di Avellino, al convegno al Circolo della Stampa.

Attraverso il rappresentante sindacale Marco D’Acunto della Cgil, i lavoratori della Tecnoservice hanno fatto irruzione alla kermesse che si stava tenendo al corso Vittorio Emanuele per parlare direttamente con la deputazione regionale e nazionale irpina presente.

La vertenza Tecnoservice approderà dunque in Consiglio Regionale ed in Parlamento.

Giancarlo Giordano e Valentina Paris già lunedì presenteranno un’interrogazione parlamentare mentre il presidente del consiglio della Regione Campania Rosetta D’Amelio metterà al corrente l’assessore regionale al lavoro Sonia Palmieri della situazione critica dei lavoratori che operano all’interno della città ospedaliera.

Queste le parole di Marco D’Acunto (Fp Cgil) che ieri è svenuto a causa degli stenti causati dallo sciopero della fame indetto per questa vertenza: “Un’azienda catanese che ha vinto un appalto pubblico non paga lo stipendio ai propri dipendenti da 9 mesi – ha dichiarato – è l’unico caso in Italia in cui i soldi ci sono per pagare ma per una serie di cavilli burocratici non vengono retribuiti i lavoratori. Fino a quattro giorni fa abbiamo garantito il servizio, i lavoratori vengono minacciati costantemente dal datore di lavoro per rientrare a lavoro. Ci rendiamo conto che interrompere un servizio ad un Ospedale non è una bella cosa ma non abbiamo alternativa”.

La situazione dei lavoratori della Tecnoservice è contraddistinta anche dal conflitto tra azienda e sindacati. Infatti l’amministratore unico Pesce ha diffidato Cgil e Ugl in quanto “… non permettono a parte dei dipendenti di espletare il loro servizio bloccando di fatto la possibilità di intervento immediatopresso l’ospedale S.G.Moscati al fine di garantire i servizi essenziali, contestando una violazione di diritto allo sciopero”.

Così Costantino Vassiliadis (Ugl): “I nostri legali stanno procedendo in questi minuti alla querela nei confronti dell’amministratore della Tecnoservice. I lavoratori stanno aderendo liberamente ad uno sciopero, la Tecnoservice ci ha chiesto di fornire i servizi essenziali. I lavoratori sono disponibili a farlo, sono dodici giorni che lo abbiamo chiesto, non ci indicano quali sono i servizi essenziali ma solo quelli ordinari”.