Video/ Teatro – Musica d’Estate, Cipriano: “Ulteriore internazionalizzazione dei nostri eventi”

12 giugno 2015

Quattro concerti, un solo viaggio attorno al mondo. Grande jazz e musica d’autore per un’estate ad Avellino che suona bene nel segno del teatro.

Riparte il giro del mondo in note con la quinta edizione di Musica al Parco, il festival estivo di musica jazz internazionale targato Teatro “Carlo Gesualdo”.

 

Un viaggio attorno alla musica che dal 9 luglio al 29 agosto trasformerà la suggestiva location del parco del Teatro “Carlo Gesualdo” di Avellino in un palcoscenico d’eccezione per 4 grandi eventi che vedranno come protagonisti artisti di fama internazionale del calibro di Fabio Concato e Fabrizio Bosso, Chihiro Yamanaka, Robert Glasper, Dominic Miller.

 

Giappone e Stati Uniti d’America. Italia e Argentina, queste saranno le bandiere che sventoleranno sotto il cielo stellato di Musica al Parco 2015, rassegna estiva arrivata alla quinta edizione, organizzata dal Teatro “Carlo Gesualdo” guidato da Luca Cipriano, coadiuvato da Salvatore Gebbia e Carmine Santaniello nel consiglio di amministrazione, con la direzione artistica dell’Associazione culturale “I Senzatempo”, presieduta da Luciano Moscati.

 

Un mini tour che toccherà quattro continenti e porterà la grande musica internazionale all’ombra del giardino del Parco del Teatro “Gesualdo” di Avellino per quattro imperdibili appuntamenti.

 

«Per il quinto anno consecutivo torna la stagione estiva del Gesualdo e Avellino continua ad essere protagonista della scena musicale – spiega Luca Cipriano, presidente dell’Istituzione Teatro comunale “Carlo Gesualdo” di Avellino –. Due mesi di grande musica che riporteranno la città al centro dei circuiti internazionali, con un festival dedicato ai grandi interpreti del jazz, della R&B, della world music provenienti dai quattro angoli del pianeta. Con Musica al Parco mettiamo in campo un cartellone di grande qualità che prosegue nel solco tracciato negli anni passati, spia di un impegno costante del Teatro comunale irpino che vuole aprirsi sempre più ad un pubblico ampio e trasversale, con un’offerta culturale articolata e affascinante».

 

«Musica al Parco è un contenitore musicale di altissima qualità, radicato ormai sul territorio che da quattro anni inanella una serie di successi ospitando sempre prestigiosi interpreti – spiega il maestro Salvatore Gebbia, componente del Consiglio di amministrazione del Teatro “Gesualdo” – La sua eccezionale valenza sta nella sua duplice azione, educativa e spettacolare allo stesso tempo. Un contributo sostanziale che questo teatro e questo cda offre per la rinascita culturale della città e della provincia».

 

«Quando c’è buona musica c’è tutto quello che occorre per regalare al pubblico del “Gesualdo” un’altra grande estate – spiega il maestro Carmine Santaniello, consigliere di amministrazione del Teatro comunale irpino – Il successo delle passate edizioni ci incoraggia a fare sempre più e meglio garantendo sempre una grande qualità e portando ad Avellino i più importanti artisti della scena musicale internazionale. Con queste premesse anche la quinta edizione di Musica al Parco si candida ad essere una delle migliori kermesse musicali presenti in Regione Campania».

 

«Sono passati cinque anni da quando abbiamo deciso di raccogliere, con grande entusiasmo, la sfida lanciata dal presidente dell’Istituzione Teatro Comunale per creare ad Avellino un festival di musica internazionale di grande richiamo – dichiara il direttore artistico Luciano Moscati – Anche quest’anno abbiamo allestito un cartellone che, siamo sicuri, attirerà l’attenzione e la curiosità della stampa nazionale e regionale e il favore del pubblico del “Gesualdo”. Mi sento di dire, senza timore di essere smentito, che Musica al Parco si pone ormai tra le rassegne di prestigio nel panorama nazionale e che la nostra città, almeno in questo settore, può andare davvero a testa alta».

 

A tal proposito, continua l’attenzione nazionale intorno al Festival di Musica internazionale organizzato dal “Carlo Gesualdo” di Avellino.
Infatti, per il secondo anno consecutivo, il programma di Musica al Parco è stato inserito, unitamente a quello di altri importanti festival italiani, nella brochure presentata a Roma nei giorni scorsi e fortemente voluta dal Ministro ai Beni e alle Attività culturali Dario Franceschini. Una sorta di vademecum con il meglio della programmazione musicale in pedana fino a settembre in tutta Italia.