Teatro, Cipriano: “Il Comune sta facendo un processo a se stesso. Terracciano? Di parte”

Teatro, Cipriano: “Il Comune sta facendo un processo a se stesso. Terracciano? Di parte”

6 dicembre 2016

A margine della presentazione dell’evento natalizio organizzato dalla Pro Loco Abellinum Civitas Selleczanum, presso il Conservatorio Cimarosa di Avellino, Luca Cipriano non si è negato alle domande dei giornalisti sulla vicenda contabile del Teatro “Carlo Gesualdo”.

“Il Comune sta facendo un processo a se stesso, pare che le responsabilità, ovviamente da verificare, siano in capo a funzionari, dirigenti e a chi doveva controllare. Spero, quindi, che a Palazzo di Città ci si chiarisca presto le idee. Nella relazione c’è una frase assolutamente generica che parla del Cda, rispetto al quale non è indicata alcuna responsabilità specifica. Inoltre  il professor Terracciano è un perito di parte, è una voce e non il portatore della verità assoluta.”

“Fa bene la Procura ad andare avanti, svolgendo con grandissima serietà un lavoro sottotraccia di approfondimento – continua Cipriano – spero che quanto prima vengano sciolti tutti i nodi. Il rapporto con Palazzo di Città è stato costante, sia con Sindaco e Giunta, sia con il Segretario Comunale, i Dirigenti alle Finanze e alla Cultura e con i revisori dei conti. Debiti? Ritengo di poter stimare i debiti del “Carlo Gesualdo” in una cifra che oscilla tra gli 800mila ed il milione di euro ma, con altrettanta convinzione, ricordo a tutti che ci sono altrettanti crediti che il Teatro deve incassare da Regione e Comune.

“Se c’è qualcuno che ha sbagliato, quel qualcuno avrà chiaramente il diritto ed il dovere di difendersi” – conclude Cipriano.