Taurasi – Dissesto geologico: 1milione di euro per la riqualificazione

18 maggio 2005

Smottamento frane: un problema che sembra non esonerare il Comune di Taurasi che già in passato aveva dovuto destreggiarsi tra strade impercorribili e blocchi di circolazione. L’amministrazione cittadina aveva più volte sollecitato la Provincia ad un intervento che mettesse fine al disastro ambientale. “Ad onor del vero – sostiene il vice sindaco Emiliano De Matteis, allora primo cittadino– l’Ente Provincia si impegnò in modo tempestivo. Purtroppo, però, i fondi a disposizione non erano sufficienti”. Ed infatti il problema si è ripresentato: sono due, ad oggi, le arterie interessate dagli smottamenti che creano non pochi disagi ai collegamenti e alla viabilità. La prima è quella che unisce i comuni di Taurasi e Lapio, la seconda, invece, è l’arteria di collegamento con la zona industriale di Luogosano e San Mango sul Calore. Le strade di comunicazione, seppur percorribili, non possono essere attraversate da mezzi pesanti il cui passaggio è quasi d’obbligo in considerazione della continua fruizione dei mezzi verso la zona industriale. “Per i lavori di risistemazione delle due strade sarebbe necessario l’intervento della Regione e dell’Autorità di Bacino, anche in considerazione degli ingenti fondi necessari alla risistemazione”. Il Comune, infatti, ha predisposto un progetto, già presentato a Palazzo Santa Lucia. Per renderlo concreto, tuttavia, i costi sono alti. A circa 1 milione di euro, infatti, si aggira l’ammontare delle spese da sostenere. Oneri fiscali che il Comune non è in grado fronteggiare. “Abbiamo più volte sollecitato gli organi competenti. Per procedere con i lavori il finanziamento è più che necessario”. Dunque, superato un ostacolo se ne ripresentano altri: solo con l’intervento degli organi di Palazzo Santa Lucia sarà possibile scongiurare il ripresentarsi del problema frane.