Targhe alterne, città in confusione. Arvonio mette ordine nel dispositivo

Targhe alterne, città in confusione. Arvonio mette ordine nel dispositivo

21 novembre 2018

Marco Imbimbo – La nuova ordinanza anti-smog aveva subito alimentato molti dubbi, non tanto per la complessità del dispositivo tra domeniche ecologiche  e circolazione legata alle diverse motorizzazioni, giorni e orari. La confusione era sul funzionamento delle targhe alterne (che riguardano solo le Euro 3 a benzina e le Euro 4 a diesel) in cui non si specificava in nessun passaggio l’alternanza tra auto con targa pari e quelle dispari.

E’ stata necessaria un’integrazione all’ordinanza apportata dal Comandante della Municipale, Michele Arvonio, che ha specificato il funzionamento, a cominciare dalla distinzione tra giorni pari e dispari, per poi chiarire chi potrà circolare e chi no.

 

Quindi lunedì, mercoledì e venerdì potranno circolare le targhe con ultimo numero dispari; mentre martedì, giovedì e sabato circolano le targhe con ultimo numero pari o zero. Le limitazioni riguardano le fasce orarie 8,30-12,30 e 15,30-19,30, tranne il sabato in cui è stata prevista la limitazione solo per la fascia mattutina 8,30-12,30. Dalla nuova ordinanza sparisce il blocco alla circolazione di domenica che, nella precedente, riguardava sia le targhe pari che quelle dispari. Mentre viene inserita l’esenzione per gli over 65, che invece nella precedente non c’era.

Leggi le modifiche all’ordinanza

Ad apportare le dovute modifiche è stato il Comandante della Municipale, Arvonio. D’altronde anche i vigili avevano mostrato qualche perplessità, questa mattina, sul dispositivo e su come attuarlo a causa della scarsa chiarezza. Secondo indiscrezioni, inoltre, la prima ordinanza non sarebbe stata comunicata al Comando dei Vigili, non a caso porta solo la firma del primo cittadino, senza quella del Comandante Arvonio, che invece è presente nell’integrazione resa pubblica oggi, insieme alla firma di Ciampi.