Tangenti per accelerare interventi chirurgici

Tangenti per accelerare interventi chirurgici

23 novembre 2018

Tangenti per accelerare interventi chirurgici, scandalo all’ospedale Ruggi di Salerno. La Procura di Salerno ha confermato nei confronti di un neurochirurgo l’accusa di concussione. Il medico avrebbe chiesto denaro a pazienti gravemente ammalati in cambio dell’impegno a operarli in tempi rapidi, scavalcando così le liste d’attesa.

I casi in questione sono cinque, tra il gennaio e al dicembre del 2014. Alla fine delle indagini è stato rivelato che le tangenti, secondo la Procura, andavano dai 1500 a 2000 euro e che venivano consegnate direttamente dai familiari dei pazienti bisognosi dell’intervento.