Sventata rapina ad una gioielleria, in manette due rumeni: la banda aveva colpito già un mese fa

Sventata rapina ad una gioielleria, in manette due rumeni: la banda aveva colpito già un mese fa

11 marzo 2019

Tentato furto, nella notte, in una gioielleria del beneventano. La rapina è stata sventata dai Carabinieri intervenuti dopo che era scattato l’allarme installato nel locale.

Il tentativo di furto è avvenuto intorno alle ore 3,30 presso il Centro Commerciale lungo la strada Statale Appia, nel quale è ubicato il negozio di gioielli. Per la seconda volta, a distanza di circa un mese dal colpo fallito il 15 febbraio scorso, la banda di ladri aveva ostruito il passaggio del parcheggio esterno del complesso commerciale incendiando dei pezzi di legno per impedire l’intervento delle forze dell’ordine.

E come l’espediente era il medesimo della rapina finita male, così anche l’esito non è stato diverso. Infatti, una volta scattato l’allarme, le gazzelle si sono dirette verso il centro commerciale dove sono riuscite ad individuare un’auto ferma in una strada secondaria a poche centinaia di metri dai negozi. Subito sono partite le ricerche dei malviventi, che intorno alle ore 5, sono arrivati a bordo di altro veicolo e si sono affiancati all’auto parcheggiata.

Mentre tre componenti della banda cercavano di salire sull’altro mezzo per darsi alla fuga, i militari dell’Arma si sono lanciati all’inseguimento dei ladri costringendoli a fuggire a piedi nelle campagne della zona. Due dei tre fuggitivi, dopo una breve colluttazione con i carabinieri sono stati bloccati e portati in caserma.

I due malviventi, un 28enne ed un 20enne, sono di nazionalità rumena ma entrambi domiciliati ad Aversa. I due sono stati dichiarati in arresto con l’accusa di tentato furto aggravato, incendio e resistenza a pubblico ufficiale e trasferiti presso la Casa Circondariale di Benevento a disposizione dell’A.G. procedente.

I militari, inoltre, nei pressi del luogo del delitto hanno rinvenuto anche uno zaino contenente alcuni arnesi per lo scasso e, poco distante, anche una grossa mazza.

Sono in corso le indagini dei Carabinieri dello stesso Nucleo Operativo e Radiomobile per riuscire a identificare anche gli altri autori della banda dedita alla commissione di furti ai danni di esercizi commerciali.