VIDEO/ “Sullo? Era imprevedibile, magari oggi sarebbe stato grillino”. Rotondi ricorda il grande statista

14 ottobre 2019

Renato Spiniello – “Fiorentino Sullo era assolutamente imprevedibile: nessuno può dire cosa avrebbe detto oggi dell’attuale classe politica del Mezzogiorno. Magari sarebbe stato grillino”. Il deputato Gianfranco Rotondi, presidente della Fondazione Sullo, ricorda così il grande statista irpino (originario di Paternopoli), più volte Ministro e Sottosegretario oltre che tra i padri costituenti della Democrazia Cristiana, in occasione dell’apertura dei festeggiamenti per il centenario della sua nascita.

I cerimoniali partono dal teatro “Carlo Gesualdo” di Avellino: ospite d’onore il Presidente del Consiglio dei Ministri Giuseppe Conte, che ha ha tenuto una lectio magistralis agli studenti presenti sul ruolo dei cattolici in politica. Il Premier, dopo una tappa anche al Conservatorio “Domenico Cimarosa”, ha ricordato la figura di Sullo: “La sua è una figura di rilievo della nostra storia politica, quella della Dc in particolare. Il dovere del Presidente del Consiglio è quello di confrontarsi con la nostra storia, alla quale affianco anche la curiosità dello studioso”.

“Il Presidente ha avuto garbo e rispetto non solo per la figura di Sullo ma anche per la storia della Dc e per la cultura del cattolicesimo in politica – aggiunge l’onorevole Rotondi che ha invitato il Premier alle celebrazioni – credo che quella di Sullo sia una figura irripetibile e uno dei grandi, non minore, permettetemi di dire questa cosa grossa, di De Gasperi e Rossetto. Nella storia della Dc occupa un ruolo grandissimo, ben più grande del consenso elettorale che aveva localmente”.

I festeggiamenti si concluderanno a Roma il prossimo 29 marzo 2021, alla Camera dei Deputati alla presenza anche del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella. “Una conclusione solenne – aggiunge Rotondi – di una celebrazione iniziata stamattina. Un ricordo di altissimo livello per uno dei protagonisti della storia della nostra Repubblica“.