Sulla visita ad Avellino di Bassolino, le polemiche di Franco D’Ercole che attacca anche il Comune e la Provincia

by 9 marzo 2005

Si entra nella campagna elettorale per le regionali ed aumentano le polemiche. Questa volta è l’arrivo ad Avellino del Presidente della Regione Campania Antonio Bassolino, programmato per venerdì undici marzo, in due tappe, la prima presso l’amministrazione provinciale, la seconda a Piazza del Popolo. Per Franco D’Ercole candidato An a Palazzo Santa Lucia, la visita dell’uscente Governatore della Campania “costituisce un evidente e offensivo atteggiamento di ostilità istituzionale”. Per l’ex presidente della commissione Statuto, esiste “l’utilizzo ai fini elettorali delle istituzioni” che, continua D’Ercole – “e’ un atto indegno al quale non avevamo mai assistito in precedenza”.
Nel mirino anche la “ spudoratezza con cui il sindaco Pino Galasso e la presidente della provincia, Alberta De Simone, annunciano novità riguardanti il Contratto d’area e il Pica II”
Per il rappresentante del partito di Fini, “sul Contratto d’area la Regione dovrebbe soltanto vergognarsi per i gravi ritardi nell’erogazione dei fondi promessi da anni e mai giunti agli imprenditori che hanno avviato valide iniziative industriali, confidando nello
stanziamento sbandierato in più occasioni dal governo regionale”. Mentre invece,
per “il Pica II si tratta di uno strumento che era stato messo in campo dall’amministrazione Di Nunno e che oggi giunge alla sua normale attuazione. Non era necessario dunque dare tanto risalto e in modo così trionfalistico ad un’erogazione di fondi già da tempo destinati alla città di Avellino”.
Chiedo ufficialmente al sindaco e alla presidente della provincia di annullare gli appuntamenti di domani e rinviarli eventualmente a dopo la tornata elettorale. Un gesto di rispetto nei confronti di tutti i candidati e nei confronti della città.


Nessun commento Presente

Comincia una conversazione

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a cominciare una conversazione

I Tuoi dati saranno al sicuro!L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi.