Successo della “Settimana della Cultura Scientifica e Tecnologica”

19 marzo 2010

Lioni – Grande successo della “Settimana della Cultura Scientifica e Tecnologica”, all’Istituto Vanvitelli di Lioni, giunta ormai alla sua terza edizione, realizzata con il patrocinio di U.S.R. Campania, U.S.P. Avellino, Provincia di Avellino, Comune di Lioni, EMA, Acca Software e con il Coordinamento Tecnico-scientifico del prof. Giancarlo Schena, responsabile della F.S. “Innovazione Tecnologica”.

L’iniziativa si è sostanziata in una serie di eventi a carattere di convegno-dibattito incentrati sui temi dell’energia, innovazione, ambiente e sicurezza, destinati agli alunni delle classi terminali dell’Istituto e realizzati nella Sala Conferenze dell’Ipsia. Sono state trattate di tematiche complesse e di grande attualità, affrontate da relatori di grosso calibro che si sono susseguiti nelle diverse giornate dedicate all’evento.

La prima giornata, lunedì 15 marzo, dopo l’apertura a cura del Dirigente Scolastico prof. Vincenzo Lucido, ha visto l’intervento della Dott.ssa Nunzia Petrosino, presidente del Gruppo Giovani Imprenditori Confindustria Avellino, che ha sottolineato l’enorme valenza di una formazione di qualità che punti sul capitale umano ai fini della competitività nel mercato globale. Successivamente, l’Ing. Otello Natale, Direttore EMA S.p.A. di Morra De Sanctis, ha illustrato l’attività della sua azienda che, “avendo sempre puntato sulla qualità e dato l’alto livello tecnologico raggiunto, si è inserita in un circuito produttivo internazionale. Infine, il Dott. Giuseppe Solimine, assessore alla Formazione e Lavoro della Provincia di Avellino, riprendendo quanto già precedentemente dibattuto, ha ribadito l’impegno della Provincia a realizzare percorsi formativi improntati alla qualità e alla spendibilità nel mondo del lavoro.

I lavori sono proseguiti martedì 16 marzo, con gli interventi dell’ Ing. Giuseppe Maffia, Ricercatore Enea di Frascati, che ha affrontato il tema della fusione nucleare, del Geom. Guido Cianciulli, dell’Acca Software di Montella, che si è soffermato sull’aspetto del risparmio energetico e dell’ing. Giovanni Di Cicco, dell’ F.M.C. di Montefusco, il quale ha parlato ai ragazzi dell’utilizzo del silicio e delle sue applicazioni.

La terza giornata, il 17 marzo, è stata incentrata sulle tematiche relative all’alimentazione e si è avvalsa degli interventi di tre ricercatori del C.N.R. di Avellino: il dott. Ing. Giuseppe Iacomino, il quale ha chiarito alcuni aspetti circa gli organismi geneticamente modificati, il dott. Idolo Tedesco, che ha evidenziato verità e falsi allarmismi riguardo ai “veleni nel piatto”, il dott. Gian Luigi Russo, che ha esaminato aspetti positivi e negativi degli antiossidanti negli alimenti.

La giornata conclusiva, il 18 marzo, ha visto l’intervento del prof. Michele Di Natale, preside della Facoltà di Ingegneria Seconda Università di Napoli, il quale ha illustrato i temi del monitoraggio ambientale e della sicurezza. A seguire, il prof. Angelo Riccio, del Dip. di Scienze Applicate dell’Università degli Studi di Napoli, ha analizzato i cambiamenti climatici globali e il delicato tema del buco nell’ozono, l’Ing. Michele Carovello, Presidente dell’Ordine degli Ingegneri ha parlato del tema della sicurezza in tutti i settori e infine il dott. Tony Christian Landi, del CNR di Roma, Istituto di Scienze del Clima e dell’Atmosfera, ha esposto la tecnica del Telerilevamento e la Modellistica della qualità dell’aria.

Viva e interessata la partecipazione dei ragazzi, i quali hanno potuto avere a loro disposizione sia illustri esperti dei settori di studio del loro curriculum formativo, sia rappresentanti del mondo produttivo e delle istituzioni, e hanno potuto accostarsi a tematiche di rilevanza internazionale, fruendo di un’ulteriore, considerevole occasione di formazione.