Sturno, furto nella casa dell’ex sindaco Di Cecilia: “Conservo serenità”

Sturno, furto nella casa dell’ex sindaco Di Cecilia: “Conservo serenità”

13 Febbraio 2017

Non si ferma la stagione dei furti in Alta Irpinia. Nel mirino dei ladri è finito l’ex sindaco  di Sturno Franco Di Cecilia, oggi consigliere comunale e provinciale. I malviventi sono riusciti a portare via la cassaforte, contenente gioielli e denaro, dopo averla sradicata.

Gli inquirenti stanno indagando per riuscire a risalire agli autori della rapina.

“Giovedì scorso ignoti sono entrati in casa mia – ha scritto su fb Di Cecilia – hanno trafugato la cassaforte, sradicandola dal muro. Dentro c’era tutto l’oro di famiglia e una sommetta in denaro, i risparmi di mio figlio, che ho già rimborsato. E’ stato violato il luogo più caro, il simbolo dell’intimità, il nido dell’uomo. Ricevo continui attestati di solidarietà. Grazie, ma non vi preoccupate. Conservo intatta la mia serenità. Ho tanti buoni motivi per esserlo.

Il danno è stato rilevante, ma mi ritengo fortunato perchè ho quanto basta per vivere più o meno comodamente con la mia famiglia. Non sono attaccato ai beni materiali. Prima o poi dovremo lasciarli. Ringrazio Dio per il dono della vita, troppo prezioso per farselo disturbare da questi eventi.

Non odio, non maledico. Amo vedere nelle cose sempre il mezzo bicchiere pieno: se li avessi trovati ancora in casa? Se mia moglie e mio figlio fossero rientrati prima di me? Se non avessi di che vivere? Godiamoci la vita sempre, per il tanto o il poco che ci dà, nelle immancabili giornate belle e brutte. La vita è anche questo. Per dirla con la mia cantante preferita: “Che sia benedetta”.