Sturno/ A breve l’ampliamento della vasca idrica e la creazione dell’isola ecologica

17 aprile 2005

Sturno – Dopo l’emergenza rifiuti dello scorso anno e contro la siccità estiva, l’amministrazione retta da Franco Di Cecilia ha già pianificato un programma di pronto intervento. Si tratta di due progetti finalizzati al recupero di una vecchia vasca idrica sita a ridosso del centro abitato e alla realizzazione di un’isola ecologica per lo smaltimento del pattume. “Vista la crisi della scorsa estate – afferma il sindaco Di Cecilia – abbiamo organizzato dei piani strategici sia per la raccolta di acqua che fungerà da scorta, sia per il compostaggio dei rifiuti urbani”. A tal proposito verranno avviati i lavori di rifacimento della cisterna idrica, da tempo inutilizzata, e la raccolta differenziata in tutto il territorio. “Siamo in attesa dell’autorizzazione del Cosmari Av2 per inoltrare l’ordinanza relativa alla differenziata. È giusto educare la popolazione al rispetto per l’ambiente, ma anche per l’incolumità della propria salute”. Intanto il prossimo 22 aprile è stato convocato il Consiglio Comunale. All’ordine del giorno l’ampliamento dell’area Pip. “Per incrementare la produttività delle nostre industrie – continua il primo cittadino – e rispondere adeguatamente alla domande esterne, approveremo in seno al Consiglio, l’espansione del Pip almeno del doppio della sua superficie attuale. Miriamo alla creazione di un polo industriale al passo con le richieste del mercato nazionale, ma soprattutto un punto di riferimento per la nostra realtà produttiva. Stimolando l’imprenditoria nostrana, offrendo i migliori servizi alle imprese, si può sperare concretamente alla rinascita dell’ economia in Irpinia”.