Studi sismici, maxi contributo all’Irpinia. Montella e Bisaccia capofila

Studi sismici, maxi contributo all’Irpinia. Montella e Bisaccia capofila

5 luglio 2017

Pubblicata sul Burc 53 del 3 luglio 2017 della Regione Campania la graduatoria provvisoria per la concessione di contributi relativi ad indagini e studi di microzonazione sismica. Si tratta di 58 interventi che tengono conto delle istanze presentate da Comuni o Unione di Comuni per un valore complessivo di 1milione e 345mila euro.

Gli enti locali beneficiari sono complessivamente 92, di cui 54 hanno presentato richiesta in forma singola e 4 in unione tra loro. Grazie all’erogazione dei contributi, questi potranno avviare analisi a scala locale sulla presenza di materiali che causano amplificazioni dell’onda sismica, la liquefazione dei terreni o altre instabilità.

Gli studi finanziati riguardano anche la provincia di Avellino, che godrà di un finanziamento da oltre 400mila euro.

Tra gli studi in graduatoria figura addirittura in cima il Comune di Montella con 260mila euro di contributi (su un costo totale dello studio di 370mila), capofila di un progetto più ampio che comprende anche Morra De Sanctis, Rocca San Felice, Sant’Angelo dei Lombardi, Conza della Campania, Villamaina, Sant’Andrea di Conza, Lioni, Torella dei Lombardi, Teora, San Mango sul Calore, Caposele, Castelfranci, Montemarano, Castelvetere sul Calore, Calabritto, Cassano Irpino, Senerchia, Bagnoli Irpino, Volturara Irpina, Acerno e Montecorvino Rovella.

Poco più giù (all’ottavo posto) con 110mila euro troviamo invece Bisaccia, alla testa di un’unione di Comuni composta da Guardia Lombardi, Cairano, Calitri, Trevico, Vallata, Vallesaccarda, Scampitella, Lacedonia, Aquilonia e Monteverde. In graduatoria anche Mirabella Eclano, Grottaminarda, Frigento, Gesualdo, Fontanarosa, Andretta, Taurasi, Sant’Angelo all’Esca, Montemiletto, Montefusco, Lapio, Petruro Irpino, Torrioni e Torre Le Nocelle.

Qui per le graduatorie.