Strage del bus, Saulino resta ai domiciliari

17 luglio 2014

La quinta sezione del Tribunale del Riesame di Napoli ha rigettato la richiesta di annullamento dell’ordinanza di custodia cautelare emessa dal Tribunale di Avellino nei confronti dell’ingegnere Vittorio Saulino, funzionario della motorizzazione civile di Napoli, arrestato nell’ambito dell’inchiesta sulla strage del bus. L’ingegnere, difeso dall’avvocato Antonio Rauzzino, rimane agli arresti domiciliari. Come si ricorderà il funzionario e’ stato arrestato agli inizi di luglio con l’accusa di falso in atto pubblico, omicidio plurimo colposo e disastro colposo.